È vero, i campionati non si assegnano all’ottava giornata di campionato. I bilanci sicuramente si fanno alla fine. Ma se il Napoli continua con questo andazzo anche la zona Champions diventa una chimera. La sfida con la Roma doveva essere quella della rinascita, soprattutto dopo il ko di quindici giorni prima in casa dell’Atalanta. Si aspettavano i giallorossi per dimostrare al mondo calcistico che il gioco di Sarri è sempre il più bello d’Italia e che anche senza Milik si sarebbe potuto ovviare in attacco.

Si sperava in una prova di carattere da parte di un gruppo che l’anno scorso di questi tempi dettava legge ovunque. Purtroppo non è stato così. Si è andati di male in peggio. "Ero più preoccupato nel post-Bergamo che dopo questa sconfitta perché la mia squadra non è morta", ha detto Sarri. Avrà pur ragione ma sono stati evidenziati dei limiti in tutte le zone del campo.