ntervenuto in esclusiva alla web radio di Laromasiamonoi.com nella trasmissione “La Roma siamo Noi” che va in onda dalle ore 14.00 alle 15.30, Dario Canovi, noto agente Fifa, ha rivelato un interessante retroscena di mercato parlando proprio di Torosidis, nuovo acquisto della Roma:

“In estate proposi Torosidis alla Roma visto che avevo la procura per l’Italia del giocatore, ora non ce l’ho più. I dirigenti giallorossi, però, non erano interessati e non se ne fece nulla. Evidentemente ora ci hanno ripensato visto che in quel settore del campo la Roma aveva un’urgenza particolare”

Questa l’intervista completa:

La Roma ha preso Torosidis con una trattativa portata avanti a fari spenti
“E’ nata di recente questa trattativa perchè Torosidis si svincola a giugno. Evidentemente il club greco ha deciso di lasciarlo andare proprio perchè l’avrebbe perso a parametro zero. E’ un buon giocatore, la Roma ha fatto un ottimo affare. A mio avviso sarà il titolare.

Come giudica il calciatore? Ha grande personalità come tutti i greci
“Intendiamoci, non è una superstar, ma è un giocatore concreto e che farà un’ottima figura a Roma. Darà sicuramente a Zeman delle soddisfazioni”

Torosidis gioca prevalentemente sulla destra, ma può giocare anche a sinistra e lo ha già fatto nella sua nazionale
“Può giocare in entrambi i ruoli. Io l’avevo proposto alla Roma in estate, avevo il mandato io ma in quel momento la la Roma non era interessata. Evidentemente le situazioni sono cambiate e giustamente la Roma ha ritenuto giusto andare a prendere il calciatore. E’ uno che può giocare sia a destra che a sinistra. Tatticamente è intelligente e farà un’ottima figura alla Roma”

Zeman ha difeso strenuamente Tachtsidis, dicendo che è una contraddizione fischiare il greco quando gli stessi tifosi volevano Verratti, che proveniva dalla serie B come Tachtsidis. 
“Fermo restando che i tifosi hanno il sacrosanto diritto di fischiare ma anche il dovere di attendere il giocatore. Tachtsidis l’anno scorso mi piaceva molto, ora è in flessione e si trova in competizione con uno degli idoli dei tifosi che è De Rossi. Bisogna avere più comprensione verso un giovane giocatore che ha 21 anni. Diamogli il tempo di crescere, Zeman crede in lui. Tra Tachtsidis e Verratti non avrei un attimo di esitazione a prendere Verratti che ha giocato anche domenica scorsa ed è dotato tecnicamente. Se la Roma avesse preso Verratti avrebbe fatto un ottimo affare. Lui giocava come trequestista e Zeman l’ha trasformato in regista”

Nico Lopez sta facendo molto bene nel Sudamericano Under 20. Cosa ne pensa di questo calciatore?
“E’ un giocatore che ha 18 anni e non può giocare titolare, tranne in casi rarissimi. A parte Messi, nessuno esordiva in serie A a quest’età. Bisogna avere anche in questo caso pazienza, ha molta qualità però ha 18 anni, tutto lì. Si ha il dovere di aspettarlo e lui crescerà perchè ha grandissimo talento. Di fronte a lui ha giocatori come Osvaldo, Lamela, Totti, Destro. Bisogna avere pazienza”

Vede compromesso il cammino verso il terzo posto dopo l’1-1 con l’Inter?
“Non so se la Roma potrà farcela ad arrivare terza. Si alternano risultati sorprendenti, si vede la Juventus perdere o pareggiare. Di solito le squadre di Zeman nel girone di ritorno lo portano avanti in maniera importante. Penso che sarà positiva questa secodna parte di stagione”

Ci può parlare di Granqvist? Pensa che sia una pista che può riaprirsi per la Roma?
“Questa domanda andrebbe rivolta a Sabatini. Con la Dinamo Kiev l’affare non è andato in porto anche per fattori esterni. E’ uno dei migliori difensori centrali, non sbaglia quasi mai la partita. Ha un grande rendimento. Non è bellissimo a vedersi, essendo alto 1 metro e 90, ma è sicuramente un giocatore concreto. E’ un grande professionista e penso che se la Roma lo prendesse farebbe un affare. Onestamente fino ad ora non ha mai mostrato interesse. Mi sembra un’operazione improbabile”