Acqua sul fuoco. Che volete che sia per l'uomo di ghiaccio, Samir Handanovic, uno che parla poco e preferisce i fatti. Eppure la vicenda che riguarda il suo rinnovo con l'Inter è diventata piuttosto strana dopo le dichiarazioni del suo agente solo qualche giorno fa: stop alle trattative e arrivederci a settembre, tra rettifiche varie. Ma cosa c'è davvero dietro al futuro dello sloveno? In questo momento, in realtà, il nuovo contratto di Handanovic è già pronto nei cassetti nerazzurri. Perché il direttore sportivo Piero Ausilio ha raggiunto un accordo di massima con l'entourage del portiere da metà giugno: nuovo accordo pluriennale da poco meno di 3 milioni a stagione (siamo attorno ai 2,8/2,9) con bonus legati ai risultati di squadra. Un'intesa da definire solo nei dettagli e su cui apporre la firma di Handanovic, in sostanza. 

RINNOVO, I MOTIVI DEL SI' - Proprio questo sarà infatti l'iter della trattativa. Perché c'è da specificare innanzitutto che i rapporti tra l'agente di Samir e la società sono più che buoni, tanto che non esiste alcuna possibilità che Handanovic possa lasciare l'Inter a parametro zero facendo perdere un capitale al club. Anzi, da tempo fine giugno era stato fissato come termine ultimo per la risposta sul rinnovo contrattuale. Che infatti è stata positiva - al di là delle dichiarazioni - per diverse motivazioni: Handanovic ha apprezzato molto il corteggiamento di Roberto Mancini nei suoi confronti, persuasione verbale tramutatasi in realtà con un approccio decisamente importante al mercato che ha convinto il portiere sloveno. Insomma, le promesse di un'Inter che lotti per i piani alti della classifica si stanno traducendo in fatti - almeno sulla carta - con acquisti di spessore, punto fondamentale nelle scelte di Handa. Inoltre, fattore ovviamente determinante, le offerte ricevute da Samir fin qui non lo hanno convinto né economicamente né a livello progettuale. L'insistenza dell'Inter che gli ha proposto una cifra praticamente consona alle sue richieste e un progetto 'aggressivo' a breve termine hanno spostato l'asticella verso la permanenza in nerazzurro. 

LA STRADA VERSO LA FIRMA - Ribadendo dunque che non esiste possibilità ad oggi che Handanovic possa lasciare l'Inter a parametro zero tra un anno, il contratto per lui è praticamente pronto. Chiaro, nulla nel mercato va mai dato per scontato: se arrivasse un'offerta clamorosa che sia dal Manchester United, Real Madrid o club simili, lo scenario potrebbe cambiare. Ma ad oggi non ci sono questi segnali, anzi. Per lasciare più tranquillo e libero il giocatore, le parti hanno deciso che a ridosso dell'inizio del campionato si rivedranno per limare i dettagli e firmare i contratti che confermeranno la permanenza dell'ex Udinese in maglia nerazzurra, nonostante anni difficili vissuti con comprensibile nervosismo ma al contempo con grande professionalità da Handanovic. Che adesso è pronto per questo ritiro a Brunico, aver iniziato con la squadra è il più importante segnale di permanenza, questione di rispetto verso Mancini a meno che non ci siano colpi di scena tutt'altro che annunciati. Perché il rinnovo è pronto ed entro settembre - se non prima - l'Inter è convinta di avere in mano il nuovo contratto di Handanovic. Anche con la sua firma. 

Fabrizio Romano