L'avventura di Lorenzo Tonelli al Napoli non vuole proprio decollare, anzi, ora la situazione sembra complicarsi ulteriormente per lui: il difensore infatti non è stato incluso nel gruppo che sfiderà domani l'Inter ed è stato invece aggregato alla formazione Primavera che domani affronterà il Milan nel capoluogo lombardo.

10 i milioni di euro spesi dal Napoli per strapparlo all'Empoli e regalarlo a Sarri, che lo aveva lanciato la scorsa stagione, 0 i minuti collezionati finora in stagione: colpa anche di un infortunio al ginocchio che ha condizionato l'avvio di stagione, ma a distanza di tre mesi il problema è superato e anche dagli ambienti vicini al giocatore trapelava la convinzione che Tonelli fosse pronto per giocare e prendersi un posto (solo due giorni fa le parole del padre). Attese non rispettate, Tonelli sprofonda nelle gerarchie ma il suo orgoglio non viene scalfito, come dimostra il criptico post pubblicato sul proprio profilo Instagram ieri sera: "A testa alta".
 

Il messaggio ha scatenato i tifosi azzurri che hanno manifestato tutta la propria solidarietà e stima a Lorenzo, ma nonostante il favore dei supporters le strade di Tonelli e del Napoli potrebbero dividersi già a gennaio, magari con la formula del prestito per non vanificare l'investimento estivo e permettere al giocatore di ritrovare lo smalto di un tempo. La chance può arrivare a Torino, sponda granata: Mihajlovic è alla ricerca di un difensore per completare il reparto e Tonelli corrisponde alle esigenze del tecnico. I rapporti tra le due società sono buoni e dopo l'affare Maksimovic potrebbe essercene un altro, questa volta però con verso invertito.