Viaggio del Corriere dello Sport a Siena, la città dova "la crisi ha spazzato via basket e calcio". E la gente si chiede: "Che facciamo la domenica?".

In sole due stagioni, debiti in aumento e sponsorizzazioni non più milionarie come in precedenza. La città era simbolo di buona gestione in tutti i settori. Qualità della vita? La quinta in Italia.

Il conto più salato lo pagheranno gli appassionati: Mens Sana e Robur sono il passato. E anche il futuro è un'incognita: quanto ci vorrà per tornare a brillare nello sport?