Nuovo casting per l’attacco: spunta Mattia Destro. La recente vicenda Belotti, mal sostituito durante l’infortunio dal ventenne Sadiq, ha portato a rivedere le strategie dei granata, che in vista del mercato invernale puntano profili già formati e non scommesse, com’è stato il nigeriano. Così, dopo aver mandato segnali a Simone Zaza, finito a giocare a Valencia ma pronto a tornare in Italia in caso di proposte allettanti, il Torino ha preso in mano il catalogo delle altre offerte di gennaio. Una è l’attaccante del Bologna già sondato lo scorso giugno, ma ritenuto allora incedibile dal tecnico Donadoni. Dopo pochi mesi le posizioni in casa rossoblù sono mutate e l’ex romanista è scivolato indietro nelle scelte dell’allenatore, tanto che nelle ultime nove giornate ha giocato titolare solo una volta. Un’occasione per il Toro, la cui scelta sulla prima punta da inserire dipenderà anche dalla posizione della squadra in classifica tra due mesi. Ma in un supermarket che offrirà poco a prezzi accessibili, Destro - che partirebbe anche in prestito - può essere il tassello giusto: un calciatore con buone potenzialità, ma in cerca di rilancio dopo la bocciatura al Milan e l’esperienza in chiaroscuro al Bologna. 

Sempre secondo La Stampa, un’altra strada porta a Marco Borriello, che di anni ne ha 35, ma per 6 mesi potrebbe fare al caso: ha esperienza da vendere, resta da verificare la voglia di un calciatore, ora alla Spal, andato in gol in serie A con 12 squadre diverse.