Domani sera il Torino ospiterà il Milan in una partita molto importante per le speranze di rimonta al settimo posto della squadra granata. L'allenatore Walter Mazzarri, come di consueto alla vigilia di un match, ha presentato l'incontro in conferenza stampa partendo però dall'analisi della partita con il Chievo: "Sabato abbiamo dato l'impressione di andare su un campo difficile con autorevolezza, purtroppo ci è mancata la cattiveria negli ultimi 20/30 metri. Dobbiamo ancora migliorare questo aspetto, perché quelle sono partite dove devi vincere.  Per quanto riguarda gli infortunati, se uno sta fermo per 20 giorni in cui non si è allenato bisogna vedere in che condizioni. Chi ho visto crescere dal punto di vista della forma è Baselli, a cui ho anche parlato. Considerato tutto, che siamo a sei giornate dalla fine direi che stiamo bene. Da questo punto di vista sono abbastanza tranquillo".

Mazzarri ha poi parlato di Niang: "Per Niang vale il discorso che valeva per Ljajic, è un valore aggiunto quando va in campo e fa bene. Ora quando lo utilizzerò dovrà far vedere di essere un valore aggiunto, altrimenti sarà uno normale della squadra. Domani non può giocare dall'inizio perché è appena rientrato da un infortunio, quando tornerà in campo se farà come Ljajic che corre e dà una mano alla squadra allora ben venga".

Il tecnico granata ha poi parlato anche di Belotti. "Domani servirà il miglior Belotti, è vero che ha avuto un rendimento oscillante ma spero che con il Milan stia meglio rispetto alla partita con il Chievo". Poi sul futuro del Gallo ha aggiunto. "Se Cairo mi ha dato rassicurazioni su una sua permanenza? Non parlo tutti i giorni con il presidente ma do per scontato che se si vuole fare una stagione di un certo tipo bisogna fare un mercato importante per portare il Torino il più in altro possibile, è chiaro che che per portare il Torino in alto bisogna anche confermare i giocatori più forti. Del mercato però non ne voglio parlare adesso, ora penso al Milan, poi ci sono altre cinque partite di campionato".

Mazzarri è poi tornato sulla partita di domani contro il Milan. "Se domani sarà una partita decisiva? Io non sono abituato a fare proclami, a fine stagione tireremo le somme. Per la partita di domani ho fatto vedere ai ragazzi molte cose riguardo alla partita con il Chievo, abbiamo avuto tante possibilità per essere pericolosi, ma non siamo riusciti a concretizzare. I presupposti si sono creati, mi girano un po' le scatole perché doveva essere la quarta vittoria e non siamo riusciti a conquistarlo".

Per la partita di domani Mazzarri avrà a disposizione Nkoulou in difesa. "Nkoulou sta bene e ci sarà. Rincon è un giocatore dal rendimento costante, che è sempre stato utile e penso che possa essere utile anche in futuro".

Infine il tecnico ha parlato di Falque: "Dei nostri attaccanti è quello che ha fatto meglio, ha fatto 11 gol più tanti assist, è un giocatore talmente importante che faccio fatica a tenerlo fuori. A volte l'ho tolto per farlo un po' riposare. Domenica l'ho tolto troppo tardi perché ho dovuto fare un cambio forzato altrimenti avrei messo prima Edera. I dati parlano per lui, finora è stato il giocatore più importante del Torino, poi se una volta starà fuori anche lui non succederà nulla".