Non so proprio da dove cominciare, sembra che i problemi siano un po' dappertutto ma che inizino soprattutto a livello tattico. Delneri ha deciso di giocare con il 4-4-2 e dopo la brutta prova contro il Chievo ha continuato con questa idea contro la Spal. Non si capisce, giusto pensare che sia pure un problema di condizione fisica, ma l'impressione è che non tutti gli interpreti siano adatti a questo modulo di gioco.

Thereau continua a non trovare l'intesa con Lasagna, mentre come avevamo visto in Coppa Italia, De Paul sarebbe il compagno avanzato ideale per Kevin. In mezzo sembrano irriconoscibili Jankto e Fofana che continuano a sparire o ad abbozzare giocate di scarsa sicurezza e precisione. Hallfredsson poi ne esce malissimo, ma si sa che li in mezzo ci dovrebbe essere Balic e la  situazione rispecchia una mancanza di chiarezza di idee in mezzo al campo.

Detto questo qualche cosa di buono c'è sicuramente nonostante la seconda sconfitta consecutiva contro due avversarie (Chievo e Spal) che sulla carta erano alla portata dei friulani. La prima è sicuramente la conferma dell'ottimo acquisto fatto con Nuytinck, il difensore centrale è una garanzia e contro la Spal si è regalato una splendida rete di testa su calcio d'angolo. La seconda è Antonin Barak, il giocatore ceco acquistato a febbraio dallo Slavia Praga, ha mostrato di saper mettere ordine in un centrocampo che stagna tra le incertezze Balic-Hallfredsson. Molta più qualità e geometrie in campo dopo il suo ingresso che non a caso ha visto l'Udinese rimontare una gara che sembrava persa. 

C'è da lavorare e parecchio, le dichiarazioni di Delneri circa la difficoltà della squadra a sopperire alla cessione di Zapata, sembrano una frecciatina fatta alla società per incentivare qualche acquisto. Tra pochi giorni alla chiusura del mercato capiremo se il messaggio è andato a buon fine...