Alla vigilia della delicata trasferta di Verona contro l'Hellas, con la Fiorentina ultima a zero punti e con la peggior difesa del campionato, il sindaco Nardella rende noto di essere stato a Casette d'Ete, nelle Marche, alla corte di Diego e Andrea per parlare di Fiorentina e di Firenze. Trovo piuttosto grave che non sia avvenuto il contrario ma anche al netto della buonafede del sindaco nel cercare di sbloccare una situazione ormai insostenibile non capisco cosa voglia dire il primo cittadino di Firenze quando si lascia entusiasticamente andare a frasi del tipo: "È iniziato un nuovo ciclo, lo stadio va avanti, i Della Valle". Credo che farebbero meglio ad essere più esaustivi e a spiegarci quali saranno i fatti che farebbero cambiare in meglio questa situazione perché, ad oggi, ogni atto compiuto dai Della Valle verso Firenze e la Fiorentina va nella direzione dell'allontanamento e della dismissione. Per intenderci dovesse tornare Andrea in tribuna nel suo ruolo di primo tifoso non sarebbe cambiato assolutamente niente.

Venendo al campo la Fiorentina deve iniziare a fare punti e, per questo, sono curioso di vedere che scelte attuerà Pioli, se cambierà modulo, se cambierà uomini, se semplicemente sceglierà la continuità. Davanti a Sportiello non verrà toccata la difesa a quattro, con Laurini (esordio per lui), Pezzella, Astori e uno fra Maxi Olivera o Biraghi. A centrocampo gli uomini dovrebbero essere Badelj, Veretout, Benassi e Chiesa e qui a seconda della disposizione sul campo si capirà modulo e atteggiamento viola. Thereau e Simeone saranno gli attaccanti e, anche in questo c'è curiosità per capire che tipo di coppia potrà essere questa. La sensazione è che questi siano gli uomini su cui Pioli farà affidamento perché a occhio il problema della rosa viola sta soprattutto nelle alternative.. Hugo non dà garanzie, Gaspar è considerato l'alter ego di Gil Dias che però, giocasse così la Fiorentina, sarebbe a sua volta la riserva di Chiesa. Tra poco sarà pronto Saponara, ecco un altro bel dilemma perché il ragazzo sa giocare sicuramente a calcio ma sarà anche in grado di prendere per meno questa Fiorentina? Credo che cominceremo a capirlo fra una settimana, contro il Bologna al Franchi.