Zico è tornato a Udine. Queste le parole del brasiliano, fuoriclasse dell'Udinese in passato, in conferenza stampa: "Tornare qui a Udine è stupendo: sono colmo di felicità e gioia. Sono di nuovo qui. Cerco di seguire sempre l'Udinese. Flamengo, Kashima e Udinese sono le mie tre squadre del cuore. Il ricordo più bello? La presentazione in piazza. Non mi aspettavo tutto quel calore. Indimenticabile". 

"Dopo un'amichevole vinta con il Real un compagno mi disse 'Ora dobbiamo vincere lo scudetto'. Io risposi 'Sono venuto qui per quello'". 

Su Roberto Baggio: 'Sono un suo fan! L'Italia gli deve molto. Ho avuto l'onore di incontrarlo nello spogliatoio della Juve: un mito. Per me è e sarà sempre uno dei migliori del calcio italiano".

Su Di Natale: "L'ho incontrato qualche anno fa: per m è stato il migliore della storia dell'Udinese. Avrebbe meritato uno scudetto".

Sul suo erede: "Neymar? Fra i migliori al mondo. Non utilizzerei questo termine, non mi piace. A me non piaceva essere erede di nessuno. I miei nipoti al mio posto? Il più vecchio, 8 anni, penso sia bravo". 

Sul mancato passagio al Milan: "Nel 1983 il giocatore non sceglieva. Oggi è diverso. Il Flamengo rifiutò l'offerta del Milan. Venni qui grazie a Edinho e Dal Cin". 

Su un 'record' Mondiale: Ho fatto 3 Mondiali non vincendone uno e perdendo una sola partita: credo non ci sia un giocatore con queste statistiche".

Sul futuro: "Se mi chiamassa l'Udinese? Mi comporterei bene".