Commenta per primo

A Radio Sportiva, Ernesto Bronzetti, uno degli agenti di Amauri, ha parlato del futuro del suo assistito: "A gennaio non andrà al Milan, credo che sarà ceduto all'estero. Napoli? In estate c'è stato un pour parler, ma l'ingaggio di Amauri non è in linea con la politica di De Laurentiis. Le parole di Ibra? Una barzelletta tutta italiana: il giorno delle dichiarazioni ero con Galliani, lui era serenissimo, ha detto che non era successo proprio niente, che non c'è nessun problema. Ha fatto dichiarazioni sue per non so quali ragioni personali, ma non c'era dietro proprio nessuno - commenta - non vedo squadre al mondo che possano comprare Ibra, il Real ha fini troppi attaccanti, così come il City. Giocatori così oggi possono andare solo in Russia o nei paesi arabi. E' stata una sua esternazione estemporanea, non c'è nessuno dietro: il Milan è il top per qualunque calciatore, nessun giocatore può parlare male di una società come quella rossonera. Mou e il Real? Sono amico di Florentino Perez da anni: lui non acquista mai giocatori che hanno già compiuto trant'anni, l'ha fatto solo una volta con Carvalho per accontentare Mourinho ma non lo farà mai più. Prendete il caso Maicon, l'avrebbe potuto comprare ma non l'ha fatto. Mou a Madrid anche l'anno prossimo? Con lui fare previsioni è un terno al lotto, ma credo di sì: dove dovrebbe andare dopo il Real, in nazionale portoghese? Non è allenatore da Portogallo, costa troppo... Ha avuto offerte da 25 milioni di euro in Russia e Arabia, ma lui se va via va in Inghilterra. Il PSG? I mezzi li ha, ma è primo non ha bisogno di cambiare". Bronzetti parla anche di Kedhira e della vicenda Amauri, ai margini della Juve: "Kedhira al Milan? No, il Real non fa mercato a gennaio, lo so per certo".