Dejan Joksimovic, agente di Milos Krasic, parla del suo assistito a Calciomercato.com.

"Se il mio assistito ha finalmente preso una decisione? Ancora no, ma l'ho sentito ieri e mi ha detto che domani o dopodomani parlerà con  Marotta per cercare di capire quali siano le reali intenzioni della Juventus: provare a rilanciarlo, venderlo o darlo in prestito. E' vero che negli ultimi mesi ha giocato poco, ma ci sono club come Chelsea, Inter, ora anche il Tottenham e il Fenerbahçe, oltre a tre società russe che non posso nominare, che lo seguono e lo vorrebbero in prestito. Io resto dell'opinione che debba partire a prescindere, però prima di valutare eventuali offerte vediamo che succede nelle prossime ore. Se una cessione in prestito sarebbe gradita? A parte il fatto che i club russi sarebbero disposti a prenderlo anche a titolo definitivo, ma Milos, almeno in tempi brevi non vuole tornare in Russia, io penso che altri cinque mesi in panchina sarebbero dannosi per il giocatore e soprattutto ne ridurrebbero la valutazione. Tra l'altro due dei club che ho nominato sono più quotati della Juventus. Però continuo ad avere la sensazione che anche davanti ad una piccola garanzia tecnica lui decida di restare, e, ripeto, tale scelta potrebbe essere rischiosa".