Commenta per primo

Stop! I calciatori di Serie A decidono di fermarsi. Ecco il comunicato diffuso dall'Assocalciatori: "I calciatori di Serie A hanno preso atto dell’atteggiamento della Lega che ha respinto la proposta del Presidente della FIGC Abete, condivisa dall’Aic, di limitare solo a 6 punti le trattative sull’Accordo Collettivo, con esclusione degli altri 2 (calciatori fuori rosa e trasferimenti coatti), fin dall’inizio non accettati dall’Aic".

"Attraverso i loro rappresentanti hanno quindi confermato il mandato all’Associazione Calciatori di comunicare la loro decisione, in segno di protesta, di non scendere in campo in una delle prossime giornate del massimo campionato. L'Aic, mantenendo l’impegno assunto nell’incontro con FIGC e Lega del 21 settembre u.s., attenderà fino al 30 novembre per annunciare la data dell’astensione dalle partite".

In merito all'annuncio dell'Assocalciatori, il segretario generale dell'Aic Gianni Grazioli precisa: "L'auspicio di tutti è che si arrivi alla firma dell'accordo collettivo. Ma se questo non dovesse accadere entro il 30 novembre scatterebbe automaticamente, come già deciso nella riunione del 21 settembre, una giornata di sospensione e di protesta. Non è uno sciopero. Chiamarlo sciopero non è il termine appropriato, perchè gli abbonati non perderanno la giornata pagata e nemmeno quelli della tv. La giornata sarà comunque recuperata".