1
La Roma si tuffa prepotentemente sul mercato dei terzini. E che terzini! Giocano in Italia, ma sono entrambi 'mondiali'. Il nome nuovo è Matteo Darmian, la sorpresa azzurra nell'esordio contro l'Inghilterra. Ha un contratto con il Torino fino al 2017 e la sua esplosione sta facendo ingolosire il presidente Cairo, pronto a chiedere una cifra record per il suo cartellino. Il valore di 5 milioni è pre-Manaus, ora per arrivare al 24enne esterno di Legnano ci vorrà almeno il doppio. La Roma, comunque, ha in rosa una contropartita utile a far diminuire l'esborso. Si tratta di Vasilis Torosidis, anche lui protagonista al Mondiale con la Grecia. Piace molto a Ventura e la dirigenza giallorossa è pronta a privarsene in caso, appunto, dell'arrivo di un rinforzo. Niente da fare invece per l'altro pallino granata, Alessandro Florenzi, ormai prossimo al rinnovo con i giallorossi.

Un altro profilo candidato al ruolo di vice-Maicon, e non solo, è Sime Vrsaljko, attualmente in Brasile con la sua Croazia, di proprietà del Genoa (fino al 2017). Al d.s. Sabatini piace da mesi e il presidente Preziosi lo sa. Ha 22 anni e un valore di 7 milioni: la trattativa può essere facilitata dagli ottimi rapporti tra i due club e dai diversi affari previsti per questa sessione di mercato. Da Borriello e Bertolacci, pronti ad accasarsi definitivamente al Genoa, a Sturaro, destinato ad effettuare il tragitto opposto, anche se non immediatamente. Vrsaljko inoltre sta dimostrando al Mondiale di adattarsi anche al ruolo di terzino sinistro, ruolo in cui la Roma è carente, considerate le condizioni poco rassicuranti di Balzaretti e il fisico ancora cristallino di Dodò. Novità sono attese dalla prossima settimana.