130
Le parole in conferenza stampa di Massimiliano Allegri alla vigilia di Juventus-Monza, in programma domenica alle 15. 



MOMENTO SQUADRA - "Ci arriviamo dopo due partite dove abbiamo raccolto solo un punto, abbiamo subito 8 gol e su questo dobbiamo migliorare. Avevamo subito 7 gol in 17 e 9 in tre con quello di Coppa Italia. Dobbiamo tornare alle vecchie abitudini, il calcio è strano e succedono queste serate.

SUL MONZA - Il Monza è una squadra che gioca bene, anche in Coppa Italia, domani avranno più titolari e sarà importante per noi per tornare alla vittoria.

SU ELKANN - "Ho parlato ma non del contratto, di come sta andando la squadra. Il resto in questo momento ci sono tante cose da fare e restare concentrati sul campionato. Abbiamo quattro mesi dove ci sono obiettivi da raggiungere.

SITUAZIONE INFORTUNI - "Vlahovic e Pogba saranno a disposizione, Chiesa no perché ha un affaticamento al flessore della gamba operata, giovedì sarà a disposizione. Cuadrado ha un problema e anche lui dovrebbe esserci per la Lazio, per Bonucci ci vorrà ancora un po' di tempo."

MCKENNIE ADDIO - "Non ci sarà, credo che le società abbiano già trovato l'accordo quindi domani è inutile portarlo e farlo giocare. Accordo tra le società, poi non so se andrà in porto ma non mi sembrava il momento per convocarlo domani".
MERCATO - "Se dovesse partire McKennie, abbiamo Cuadrado, De Sciglio e Soulé che può giocare come esterno. Cambieremo assetto se ce ne sarà bisogno. Non arriverà nessuno".

SU POGBA E VLAHOVIC - "Stanno bene. Hanno fatto buoni allenamenti, un buon test l'altro giorno. Vlahovic come condizione sta meglio di Pogba, se un giocatore è convocato può giocare. Non hanno 60 minuti nelle gambe, ne avranno 30 a dir tanto".

CAMPIONATO FALSATO? - "Il mio pensiero serve ben poco. Noi dobbiamo essere concentrati molto più di prima sull'aspetto calcistico. Domani ci aspettiamo tanti tifosi che ci aiutino, dobbiamo compattarci ancora di più. Dobbiamo fare il meglio possibile".

38 PUNTI SUL CAMPO - "Abbiamo fatto 38 punti. Altrimenti si possono perdere delle certezze, la squadra ha fatto 38 punti sul campo. Noi dobbiamo lavorare su quella classifica lì, poi c'è una società forte che lavora per difendersi. Noi dobbiamo difenderci sul campo, anzi attaccare perché bisogna fare dei punti".

SU QUANTO FATTO - "Non lo so, voi pensavate che con tutte queste assenze la squadra facesse 38 punti? Abbiamo fatto un bel girone d'andata. Quelli che rientrano ora devono dimostrare di essere più bravi di quelli che hanno fatto 38 punti".

CALENDARIO FITTO - "Abbiamo una partita ogni tre giorni. Se gestiamo bene i cambi possiamo trarre dei vantaggi, tutto dipende dal lavoro del gruppo. La voglia di fare un bel campionato, di cercare di arrivare in finale nelle due coppe".

CAMBIO TATTICO? - "No è ancora presto per cambiare assetto tattico".