11
Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha detto la sua circa la possibilità di introdurre la tecnologia nel gioco del calcio a supporto degli arbitri. Parole, quelle del numero 1 dello sport italiano, che cozzano drasticamente col giudizio ribadito ieri dal presidente dell'AIA Marcello Nicchi sulla moviola: "La moviola in campo è inevitabile - ha detto Malagò - Non deve esserci paura della tecnologia. Sarebbe l'arbitro stesso a consultarla. E' un processo che arriverà senza dubbio a compimento, forse non la vedrò io e non la vedrai tu (si rivolge a Nicchi seduto lì vicino, ndr), però quel ragazzo lì in fondo sì (e indica un giovane arbitro seduto nella sala, ndr) e si chiederà: possibile che non ci abbiano pensato prima?".