Commenta per primo

«Se c'è qualcuno che sa qualcosa lo denunci. In Italia serve un pò di lealtà sportiva». Il tecnico della Lazio Edy Reja, nel corso della conferenza della vigilia che precede l'impegno con il Chievo, commenta così l'intervista a Cristiano Doni, in cui l'ex capitano dell'Atalanta si dichiara pentito per il suo coinvolgimento nella vicenda di calcioscommesse.

«Lui parla anche di calcio pulito - sottolinea il tecnico -. Ogni anno ci sono sempre discussioni sul calcio, uno sport che ha un seguito straordinario e certo non ci giova questo atteggiamento. Mi piacerebbe che ci fosse lealtà sportiva, se ne avvantaggerebbe il calcio. Negli altri paesi, come possiamo vedere dal match di Europa League vinto da uno Zurigo già eliminato sul Vaslui, non si pensa a queste cose. Quella è lealtà sportiva, in Italia servirebbe un pò più di questa lealtà sportiva».