Commenta per primo

 

"Non dobbiamo pensare che la Lazio sia in crisi perché era ed è una squadra forte. Nonostante le difficoltà del momento hanno grande individualità". Sono le parole di Stefano Colantuono ai microfoni di Radio Manà Manà Sport 24. "Non sono preoccupato dei nostri ultimi risultati. I pareggi che abbiamo avuto sono figli di episodi negativi non dimentichiamo che abbiamo ancora la penalizzazione quindi il nostro obiettivo, che è la salvezza, è ancora lontano. Non dobbiamo fare calcoli ma dobbiamo andare in campo e giocarcela con tutti anche domenica contro la Lazio", spiega il tecnico dell'Atalanta che non abbassa la guardia:
"La nostra filosofia è sempre quella di fare la partita anche se sappiamo che la Lazio contro di noi, almeno sulla carta, sarà favorita. La loro sconfitta contro il Siena va prese con le molle, la squadra di Reja ha tante individualità importanti che in ogni momento possono risolvere la gara al di là di qualsiasi discorso fisico, tecnico o tattico". 
Colantuono analizza poi gli attaccanti della Lazio: "Cisse o Rocchi? Sono entrambi validi e forti, se Reja sceglie il francese è perché lo reputa all'altezza. Se si riuscisse a sbloccare potrebbe regalare soddisfazioni alla Lazio perché è un gran giocatore. Non so chi ci sarà domenica anche perché Rocchi quando gioca timbra sempre il cartellino, segna sempre". 
Il tecnico della Dea parla poi della sua Atalanta: "Maxi Moralez ha vissuto un momento di flessione, ho fatto giocare Marilungo che ha risposto bene ma era fisiologico per Maxi un calo perché aveva vissuto un grande inizio di stagione. Il mercato? Non ho chiesto nulla, se ci fosse un'occasione la coglieremo, Pierpaolo Marino è un dirigente esperto e bravo. La rosa è buona". "Ancora non siamo abituati all'orario del pranzo, se c'è questa regola però va rispettata. E' un orario un po' strano ma sicuramente non è un grande problema. Ognuno ha le sue abitudini alimentari, non mi interessa se i miei giocatori mangiano pasta o dolce basta che rendono in campo", conclude Colantuono