73
Il 24 gennaio spegnerà 36 candeline, e non è certo il profilo giovane che mister Gasperini si aspettava per rinfrescare la rosa in quella che poteva essere la seconda strada del mercato nerazzurro, ma Luis Suárez di certo è il rinforzo di prestigio per alzare subito il livello della squadra. "E tornare in Europa", il sottinteso della chiacchierata di Gasperini di martedì sera: la via numero 1 tra le 3 a disposizione dell'Atalanta.  

DESIDERIO RECIPROCO - Luis Suárez del resto, lo riporta convinto ESPN, l'anno prossimo desidera giocare in una squadra che vuole tornare ad essere competitiva. Una sfida, per il pistolero, che nell'esprimere il suo desiderio descrive alla perfezione la situazione dell'Atalanta, pronta a tornare subito in Europa grazie ai suoi gol. Quello che le è mancato nel girone di ritorno infatti è stato l'ultimo passaggio davanti alla rete, quel colpo in canna che è proprio la specialità della punta centrale uruguaiana: 13 gol e 3 assist l'ultima stagione all'Atletico Madrid. Sarà libero ufficialmente dal primo luglio prossimo dopo la scadenza naturale del contratto con il club spagnolo, che ha lasciato in lacrime.
CONTESO DAL RIVER - L'unico ostacolo al colpaccio nerazzurro sta nella concorrenza e si chiama River: il connazionale Enzo Francescoli, direttore sportivo del River Plate, sta facendo pressing a Suárez che sa benissimo che con il River disputerebbe la Copa Libertadores. Ma la voglia di rimettersi in gioco e ritagliarsi un ruolo da protagonista rimanendo in Europa sembrerebbe attirare maggiormente Suárez.

ADDIO MURIEL - Con il suo arrivo, l'Atalanta potrebbe salutare definitivamente un altro Luis, Muriel, ancora nel mirino della Juve che ancora non alza l'offerta (solo 10 milioni sul piatto). Con Malinovskyi, Pasalic, Suárez e Zapata, l'Atalanta avrebbe così completato un reparto d'attacco stellare per tornare subito in Champions League e provare ad alzare un trofeo vincendo la Coppa Italia.