38
Sessanta milioni di euro: se fino a un mese fa l’Atalanta, sbattuta fuori dall’Europa e senza un comandante certo a guidarla, sembrava alla fine di un ciclo, con questo tesoretto sul piatto ne ha già iniziato a un altro. E ha avvisato le grandi: la squadra del riconfermatissimo mister Gasperini ha le idee chiare ed è di nuovo in corsa per l’Europa. Per le uscite ci sarà tempo, ma per le entrate i Percassi&Pagliuca vogliono battere sul tempo la concorrenza e mettere in cassaforte i gioielli che le servono per ritornare in Champions.
IL PIANO PER L'EUROPA- Per Demiral, ministro della difesa nerazzurra, 20 milioni, per Ederson, rinforzo di fisico a centrocampo, 15 milioni più i 10 del cartellino di Lovato (se non andrà al Bologna), per Pinamonti, l’attaccante che raccoglierà l’eredità di Zapata, è già salita a quota 15 (più 3 di bonus e l’ok del trentino), avvicinandosi alla richiesta dell’Inter. E ora ha in mente un doppio piano per risolvere il nodo Carnesecchi e arricchire il suo pacchetto esterni.
 
IL PIANO PER CARNESECCHI- Ormai da un paio d’anni mister Gasperini vorrebbe portare alla corte bergamasca Manuel Lazzari. L’esterno della Lazio sarebbe il profilo perfetto per completare il reparto sull’out destro col duttile Zappacosta e lasciar partire Hateboer e Maehle (il West Ham è in pole). Per il 28enne però servono all’incirca 12 milioni e l’Atalanta, dopo una prima accelerata a inizio mese, aveva congelato l’affare. Adesso però le cose sono cambiate e l’arrivo a Bergamo di Lazzari potrebbe sbloccare l’affare Carnesecchi, che si è arenato dopo l’infortunio, l’operazione e lo stop di 4 mesi del baby azzurro. Per il portiere scuola Atalanta Lotito non è infatti disposto a versare più di 12 milioni di parte fissa e 3 di bonus, con 6 milioni di euro che ballano rispetto ai 18 richiesti dai Percassi e nessun rilancio in vista. Ecco allora che Lazzari funge da perfetta pedina di scambio: Sarri dovrebbe privarsi del suo valido esterno,  una soluzione che non piace alla Lazio, ma solo così Carnesecchi potrà indossare i guantoni biancocelesti.