Commenta per primo
A segno nella rimonta dell'Atalanta sulla Spal, Josip Ilicic parla a Sky Sport al termine del match: "Se oggi sono la nonna? Un po' sì, il campo era pesante oggi (ride, ndr). Mi piace muovermi in questa posizione, provo sempre a fare il contrario degli avversari. Oggi non mi sono divertito molto perché il campo era pesante, ma l'importante è aver vinto. Sappiamo di non aver iniziato bene, prendere subito gol non è facile. Oggi nel primo tempo non abbiamo fatto una buona gara, poi abbiamo ribaltato come altre volte. Abbiamo dimostrato carattere, è un successo importante per noi. Champions? Dobbiamo guardare avanti e in alto: siamo lì, se non lo facciamo la colpa è nostra. Ci sono tante partite, dobbiamo giocare come sappiamo. Guardo sempre avanti, il mio obiettivo è fare bene qui e divertirmi. In carriera avrei potuto fare molto di più, è colpa mia, ma non sono ancora vecchio. La nonna? Non capisco dove abbiamo trovato questo nome, il mister si è divertito un po' a trovarlo. Mercato? Sono un professionista, c'è stato un momento in cui la Roma voleva aquistarmi e se una squadra come la Roma ti vuole è normale che tu voglia andare. Ma sto bene qui e voglio fare il massimo. Gasperini il miglior allenatore che mi abbia allenato".