La Juventus fresca campione d'Italia fa tappa a Bergamo, dove batte l'Atalanta per 1-0, grazie a una rete di Matri al 18'. I bianconeri continuano così a inseguie il record di punti della Juve di Capello del 2006 (91), mentre gli orobici, nonostante la sconfitta, raggiungono aritmeticamente la salvezza. Nel corso del primo tempo, la gara è stata sospesa per 8' a causa del lancio di  oggetti e fumogeni fra gli ultras delle rispettive tifoserie, che si erano scontrati anche prima della partita. Per riportare la calma e per consentire al match di proseguire, si sono adoperati anche il tecnico della Juventus, Antonio Conte, e i dirigenti e i giocatori dell'Atalanta, in particolare German Denis

Cronaca primo tempo. Al 3' Giaccherini, lanciato in profondità, rientra e calcia col destro: Consigli blocca a terra. Al 18' la Juve corona il pressing esercitato nei primi minuti: lancio di Pirlo in area, dove Matri controlla bene e in girata di sinistro mette a segno il vantaggio bianconero. Al 21' occasione orobica: un bel colpo di testa di Denis finisce di poco a lato. Al 28' PARTITA SOSPESA per lancio di oggetti tra le due tifoserie: per calmare gli ultras bianconeri interviene anche Antonio Conte, mentre i giocatori dell'Atalanta fanno altrettanto con i loro sostenitori più accaniti.  Dopo 9' di sospensione, la gara riprende. Al 31' tiro dalla distanza di Carmona: palla fuori non di molto.

Poi, al 38', palo di Denis, con un destro al volo da distanza ravvicinata. 

Cronaca secondo tempo. Al 50' fallo di Giorgi su Giaccherini: la sensazione è che sia rigore, ma l'arbitro assegna la punizione dal limite, che Pirlo calcia colpendo la barriera. Al 57' Atalanta vicina al pareggio con Bonaventura, ma il gol non arriva. E subito dopo, sull'altro fronte, è Matri a mancare una buonissima occasione per il raddoppio, personale e della squadra bianconera. All'81' contropiede della Juve con Giaccherini che serve Vidal il quale tutto solo calcia addosso a Consigli. Subito dopo colpo di testa di Denis e tocco di mano in area da parte di Peluso: gli oroboci reclamano il rigore. Al 90' contropiede Juve: Anelka per Giaccherini, che da buona posizione calcia a lato di sinistro. 

Serie A, 36.a giornata

Atalanta-Juventus 0-1

18' Matri (J)
 

Ecco le formazioni ufficiali delle due squadre:

ATALANTA (4-3-2-1): 47 Consigli; 77 Raimondi, 2 Stendardo, 13 Canini, 83 Del Grosso; 17 Carmona, 21 Cigarini, 88 Biondini; 10 Bonaventura, 11 Moralez; 19 Denis. A disposizione: 16 Polito, 78 Frezzolini, 3 Lucchini, 6 Bellini, 32 Ferri, 28 Brivio, 22 Contini, 17 Giorgi, 5 Scaloni, 8 Radovanovic, 91 De Luca, 99 Parra. Allenatore: Stefano Colantuono.

JUVENTUS (3-5-2): 30 Storari; 4 Caceres, 39 Marrone, 3 Chiellini; 33 Isla, 20 Padoin, 21 Pirlo, 24 Giaccherini, 11 De Ceglie; 32 Matri, 27 Quagliarella. A disposizione: 34 Rubinho, 31 Branescu, 13 Peluso, 19 Bonucci, 26 Lichtsteiner, 23 Vidal, 8 Marchisio, 12 Giovinco, 9 Vucinic, 18 Anelka. Allenatore: Antonio Conte.