Commenta per primo

Da quando, dopo una cena, Zamparini telefonò a Sabatini 'intimandogli' di acquistarlo, Javier Pastore ne ha fatta di strada. L'inizio col Palermo in punta di piedi, le schermaglie con Zenga che dopo un tot di errori lo sostituiva, le lezioni di Rossi e l'epiteto di sua maestà Maradona, che lo ha eletto 'maleducato del calcio'.

Verosimilmente, questa è l'ultima stagione del trequartista argentino in Sicilia. È vero che il Manchester City lo vuole, sebbene non abbia offerto quell'arca di Noé di soldi di cui parla il News of the World. Ma chi ha perso la testa per lui è il Barcellona, probabilmente perché El Flaco incarna quell'ideale di calcio sul velluto sempre di stanza al 'Camp Nou'.

Il club spagnolo ha già sguinzagliato i suoi osservatori, che poggiano sulle scrivanie relazioni sempre lusinghiere. La caccia del Barça a Pastore è già partita.