"La notizia non è che il Bari non abbia pagato gli stipendi entro i termini disposti dalla Lega, ma che abbia pagato regolarmente finora. Adesso dobbiamo concentrarci sulla prossima trasferta con il Sassuolo ma lunedi' abbiamo dato la disponibilita' ai calciatori di valutare insieme soluzioni ad hoc per chi si trova in situazioni particolari": cosi' il direttore generale del Bari, Claudio Garzelli, ha spiegato all'ANSA l'ultima puntata della crisi finanziaria del club che ieri e' stato inadempiente rispetto alla scadenza degli stipendi.

"Ho chiesto ai giocatori, incontrati prima della gara di Modena, di essere parte integrante per il salvataggio della societa' - ha aggiunto - e allo stesso tempo ho assicurato il nostro massimo impegno nel trovare soluzioni per venire fuori da questo stato. Mantenere la categoria e' essenziale, poi sara' importante affrettare i tempi per trovare un nuovo assetto societario, fermo restando la vicinanza della proprieta' al club e ai calciatori".

Sulle inevitabili difficolta' del Bari ad iscriversi al prossimo campionato, Garzelli ha confermato il quadro pregresso: ''Si tratta di una tappa impegnativa per una societa' ormai da tempo in sofferenza. E' inevitabile avere difficolta' nel momento dell'iscrizione al prossimo torneo".