19

Vantaggio dopo un quarto d’ora, sigillo dopo meno di mezz’ora, lucchetto alla fine del primo tempo, una, anzi, due pietre sopra nei primi 7 minuti della ripresa. Il Bayern Monaco è uno schiacciasassi, il Fortuna Dusseldorf è troppo più debole, come testimoniano i 40 punti di differenza in classifica, e in questa partita sembravano due squadre di categorie diverse. Il Bayern ha segnato i primi due gol sullo sviluppo di calci d’angolo, con l’autorete di Jorgensen su tiro di Pavard e con lo stesso Pavard, di testa, sul corner di Kimmich. Ma il terzo gol è stato un capolavoro, giunto alla fine di un’azione travolgente e spettacolare: passaggio verticale di Alaba, velo di Lewandowski, la palla è arrivata in area e Kimmich l’ha toccata dietro di tacco, Müller l’ha ritoccata con l’interno e Lewandowski l’ha messa dentro sul primo palo. La difesa del Fortuna non ha avuto modo di intervenire, era finita dentro il flipper bavarese.

SOLO BAYERN - Se si toglie una buona occasione sciupata da Karaman (salvataggio di Davies) sullo 0-2, la squadra di Düsseldorf non ha potuto fare altro che assistere al dominio del Bayern. Da quando è ripartita la Bundesliga questa era la quarta partita della capolista, quattro vittorie, 13 gol segnati, 2 subiti e soprattutto 10 punti di vantaggio sul Borussia Dortmund, che giocherà domani pomeriggio contro il Padeborn. Il Bayern ha continuato a imperversare nella ripresa e in 7 minuti è arrivato al 5-0. Ha segnato ancora Lewandowski con un altro gesto tecnico da fenomeno: da Coman a Gnabry, cross a pelo d’erba, tacco del polacco, 4-0. Lo marcava Jorgensen la cui reazione, appena preso il gol, è stata una risata. “Che posso farci io?“. Niente, contro Lewadowski uno come Jorgensen non può fare niente. Il 5-0 è stato tutto di Davies che ha sbarbato la palla dai piedi incerti di Stoger, l’ha trascinata in area superando i polpacci teneri di Jorgensen e Bodzek e alla fine scaraventata in rete. Era già finita prima, figuriamoci ora. La bellezza, diremmo anche la forza di questa squadra, è che sul 5-0 ha continuato ad attaccare, spingendo sempre più dietro il Fortuna.

QUEL MOSTRO DI LEWA - Un capitolo a parte va dedicato a Robert Lewandowski. Rimasto all’asciutto nella sfida col Borussia Dortmund (comunque un palo di sinistro, non il suo piede preferito, e una buona prestazione), il polacco non poteva saltare anche la seconda gara di fila. Come detto, i suoi gol sono stati da applausi e con la doppietta ha raggiunto quota 29 della Bundesliga, dove è capocannoniere incontrastato, quota 44 in tutta la stagione, quota 231 in 317 partite di Bundesliga. Segna e gioca per la squadra. Stavolta si è fatto vedere nella prima occasione con un assist per Müller (parata di Kastenmeier). Ecco la differenza: se Lewa fa l’assist per Müller può anche non arrivare il gol, ma se è Müller a farlo per Lewa, quello è gol.


IL TABELLINO

Bayern Monaco-Fortuna Düsseldorf 5-0
----------------------------------------------
BAYERN MONACO (4-2-3-1): Neuer 6; Pavard 7 (17' st Odriozola 6) Alaba 7 L. Hernandez 6 (1' st Cuisance 6) Davies 7,5; Kimmich 7 Goretzka 6,5; Coman 6,5 (17' st Perisic 6) Müller 6,5 (30' st Zirkee sv) Gnabry 6,5 (34' st Batista Meier sv); Lewandowski 8,5. A disposizione: Ulreich, J. Boateng, Javi Martinez, Singh.
Allenatore: Flick 7,5

FORTUNA DUSSELDORF (4-1-4-1): Kastenmeier 5,5; Zimmermann 5 (22' st Zimmer sv) Jorgensen 4 Hoffmann 5 Giesselmann 5; Bodzek 4,5; Skrzybski 5 Morales 5 (12' st Berisha 5) Stoger 4,5 (12' st Sobottka sv) (27' st  Pledl sv) Thommy 5 (22' st Suttner sv); Karaman 5. A disposizione: Rensing, Bormuth, Ofori. M. Allenatore: Rosler 5

ARBITRO: Hartmann 6,5
MARCATORI: 15' pt Jorgensen (F) autorete, 29' pt Pavard (B), 43' pt Lewandowski (B), 5' st Lewandowski (B), 7' st Davies (B)
AMMONITI: 26' pt Karaman (F) per gioco falloso, 45' st Suttner (F) per proteste.