2

Primo tempo di ordinario strapotere bavarese, secondo tempo di pura follia. E’ finita 5-2 per il Bayern, ma all’inizio della ripresa l’Eintracht ha fatto paura alla capolista che, sul 3-0 al 50', ormai sicuro della vittoria, ha incassato due gol in cinque minuti e ha rischiato una rimonta clamorosa, sventata poco dopo con alre due reti, stavolta fortunose.

DOMINIO BAYERN - Il Bayern ha iniziato a giocare con un gufetto appollaiato sulle spalle. Era di colore giallonero ed era lì per ricordargli che un’ora prima il Borussia Dortmund era arrivato a 1 punto e che martedì prossimo lo aspettava al Westafalenstadion. Forse per questo la squadra di Flick ha voluto rimettere subito le cose a posto ripristinando le distanze già nel primo quarto d’ora giocato a cento all’ora, con una traversa (sventola dal limite di Lewandowski col sinistro), due palle-gol salvate da Trapp e la rete di Goretzka su assist di Müller dopo un velo di Perisic, unico gesto tecnico di rilievo dell’ex interista. L’Eintracht non era in campo, ha solo assistito a quei fantastici 15 minuti del Bayern. Per chiarire ancora meglio il dominio bavarese basta riportare due dati al 20' del primo tempo: 66 per cento di possesso palla, 8 tiri a 2 verso la porta, 5 tiri a 0 nello specchio.

I CAMBI - Rispetto alla partita persa contro il Borussia Mönchengladbach, l’Eintracht aveva rivoluzionato la squadra. Hütter ha portato Ilsanker in difesa (dopo 9 secondi si è presentato con una ginocchiata sulla schiena di Lewandowski) e ha ribaltato centrocampo e attacco con 4 cambi: Gelson Fernandes, Danny Da Costa, Gacinovic e l’ex milanista André Silva come centravanti. Ma anche Flick, per l’infortunio di Thiago Alcantara, ha ritoccato la squadra che aveva vinto a Berlino inserendo due nuovi esterni, Perisic a sinistra e l’ex juventino Coman a destra.

LA RIVINCITA - All’andata era finita malissimo per il Bayern, sfondato con 5 gol dall’Eintracht. Quella batosta costò la panchina a Kovac. La rivincita nell’Allianz Arena vuoto per la prima volta nella sua storia ha restituito le 5 reti alla formazione di Francoforte. Dopo l’1-0 il Bayern ha rallentato un pochino, ma l’Eintracht non ha saputo approfittarne, giocava quasi rassegnato, da squadra in piena crisi, senza spinta e senza grinta. Di quel periodo va ricordato solo un tentativo d’attacco degli ospiti interrotto da un’uscita di...petto di Neuer in anticipo su André Silva, uno dei pochi della sua squadra che continuava a battersi. Dopo una decina di minuti di solo controllo, il Bayern è ripartito a pieno ritmo, Lewandowski ha avuto la palla del 2-0 ma di testa l’ha messa fuori. Per evitarne o quanto meno diminuirne i pericoli, con un colpo Hinteragger ha centrato uno zigomo del polacco e gliel’ha gonfiato (involontariamente?), l’austriaco ha preso il giallo. Allora ci ha pensato Müller, schierato da trequartista, a chiudere il conto (così pensavamo in quel momento) controllando e girando a rete un bel cross di Davies. Se al 45' era sotto solo di due gol, l’Eintracht poteva ringraziare il suo portiere e la sua fortuna.

LEWA, COME SEMPRE - Infatti dopo 49 secondi dall’inizio del secondo tempo è arrivato anche il 3-0 e stavolta la firma era di Robert Lewandowski: ha segnato di testa su cross di Coman, servito a sua volta da Müller che in questo modo è stato protagonista delle prime tre reti, con un gol suo, con l’assist per Goretzka e col pre-assist per il 3-0. Quanto a Lewa, adesso sono 27 gol in Bundesliga e 41 in tutta la stagione. Sono numeri pazzeschi.

LA DOPPIETTA DI HINTERAGGER - Ma il calcio è follia pura e quando tutto sembrava finito, tutto è ricominciato. Sei minuti dopo il 3-0 del Bayern, senza alcun preavviso l’Eintracht ha accorciato con un gol di Hinteragger dopo un angolo di Rode: Boateng è saltato fuori tempo, il difensore austriaco ha controllato di testa e di sinistro ha segnato. Tutti hanno pensato: sul 3-0, con lo scontro di vertice col Borussia fra 3 giorni, un abbassamento di tensione ci può stare. Ma non ci poteva/doveva stare il raddoppio dello stesso Hinteragger, stavolta di testa, sempre su calcio d’angolo di Rode con la traiettoria della palla che ha superato Lewandowski e non ha raggiunto Pavard. Era il 10', il Bayern ha vissuto cinque minuti mica piacevoli. E’ stato aiutato da un incredibile errore di Gelson Fernandes, ex Chievo e Udinese, che nella sua area ha servito l’assist per il 4-2 di Davies. Nuovo pensiero: ora il Bayern avrà capito che deve tenere gli occhi aperti. Macché, se non ci fosse stato Neuer a salvare la sua porta su un tiro da due passi di Gacinovic, dopo un assist di tacco di André Silva, sarebbe ripartita la bambola. Va detto che anche Trapp è stato nuovamente fenomenale su Coman. E siccome questo secondo tempo è stato davvero uno schizzo di follia, il quinto gol del Bayern è stato realizzato ancora da Hinteragger, ma nella sua porta: nel tentativo di respingere il tiro di Gnabry, ha colpito la palla di destro, di sinistro e ancora di destro fino a spedirla nell’angolino.
Sul 5-2 era proprio finita, o quasi, visto che Kostic ha centrato il palo nell’ultimo attacco dell’Eintracht. Il Bayern è sempre più saldamente in testa alla Bundesliga e l’Eintracht sempre più in crisi, con la quinta sconfitta consecutiva e con 18 gol subiti in queste cinque gare.

Bayern Monaco-Eintracht Fraconforte 5-2
-------------------------------------------------
BAYERN MONACO (4-2-3-1): Neuer 7; Pavard 6,5 Boateng 5,5 (28' st Lucas Hernandez 6) Alaba 6 Davies 7; Kimmich 7 (40' st Cuisance sv) Goretzka 7; Coman 6 (40' st Zirkee sv) Müller 7,5 Perisic 5,5 (19' st Gnabry 6); Lewandowski 6,5. A disposizione: Ulreich, Odriozola, Javi Martinez, Mai, Meier. Allenatore: Flick 7
EINTRACHT FRANCOFORTE (4-2-3-1): Trapp 7,5; Touré 6 Ilsanker 6 Hinteregger 6,5 Ndicka 5,5 (1' st Chandler 6); Gelson Fernandes 5,5 Rode 6 (26' st Sow 6); Danny Da Costa 5 (31' st Durm sv) Gacinovic (26' st Kamada 5,5) Kostic 5; Andrè Silva 6 (31' st Dost sv). A disposizione: Ronnow, Hasebe, Jonathan de Guzmán, Torro. Allenatore: Hütter 5,5
ARBITRO: Fritz 6
MARCATORI: 16' pt Goretzka (B), 41' pt Müller (B), 1' st Lewandowski (B), 7' st Hinteragger (E), 10' st Hinteragger (E), 15' st Davies (B), 28' st Hinteragger (E) autorete
AMMONITI: 35' pt Hinteragger (E) per gioco falloso