56

Fascia bella stretta al braccio, Jude Bellingham non se la perderebbe per nulla al mondo. A 19 anni è capitano del Borussia Dortmund, in Bundesliga e in Europa. Ieri gol e assist in Champions, con i riflettori delle big costantemente puntate su di lui. Lo vuole il City di Pep Guardiola, ma in Inghilterra ci sono anche Chelsea, Liverpool e Manchester United. Poi? Ah sì, l’ha puntato il Real Madrid. 


IL PIANO DEL DORTMUND - Già in estate qualche club si era fatto avanti ricevendo un no secco: “Untouchable”. Intoccabile. Era l’unica parola che i dirigenti del Dortmund ripetevano a ogni società che si avvicinava. E il messaggio arrivava forte e chiaro: "Credo non sia sul mercato - aveva detto Kurgen Klopp tempo fa - è questo  l'unico problema". Tra qualche mese però il Dortmund potrebbe cambiare piano. Sa che non può tenerlo per sempre, di fronte a un’offerta importante potrebbe esserci un’apertura. Di cifre ancora non ne parlano, vogliono aspettare il Mondiale per capire se il valore del giocatore può salire ancora di più. 


RETROSCENA JUVE - Oggi lo vogliono quasi tutte le big d’Europa, ma due anni fa il club più vicino a prenderlo è stata la Juventus. Estate 2020, Fabio Paratici tratta Bellingham col Birmingham, trova una base d’intesa e il giocatore va anche qualche giorno a Torino. È fatta. O quasi, perché poi Jude sceglie il Dortmund e tanti saluti alla Juve. Sliding door, scelte di vita. Ieri come oggi, quando fuori dalla porta del Dortmund già già la fila per lui. Bellingham nel mirino delle big, per un mercato da protagonista.