Dopo una grande seconda parte di stagione con la maglia del Parma, Adrian Bernabé si è conquistato la possibilità di esordire nell’under 21 spagnola. Dal ritiro è stato intervistato dall’agenzia di stampa spagnola EFE. Si è parlato della chiamata del CT, dei gravi problemi di salute, del futuro possibile in una big e, soprattutto, della scelta di andare a giocare al Parma.

SULLA SCELTA DI PARMA – "C’è stata una opportunità per tornare a casa in estate. Io sarò sempre grato al Barcellona per quello che mi ha dato, ma alla fine il calcio è fatto di decisioni e io ho deciso, pensato e creduto che la miglior opzione fosse andare in Italia perché già avevo trascorso un anno, l’ultimo al City, con Maresca (che al momento era appena stato portato in Emilia dal presidente Krause, ndr) e mi ha trasmesso fiducia. Ho capito che era il mio momento per fare il salto nel calcio professionistico".
SULL’INTERESSE DELLE BIG – "L’interesse di Milan, Juve e Atalanta? Io ho un contratto col Parma e mi rimangono tre anni. Sono molto felice lì. Mi hanno dato l’opportunità a inizio stagione di stare con loro anche dopo i problemi di salute che ho avuto. Penso solo a fare il meglio possibile il prossimo anno e vediamo se riusciamo a salire in Serie A: è questo il progetto del club e abbiamo i giocatori per farlo. Poi quel che sarà sarà, ma io sono molto felice al Parma”.