1
Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna, presenta in conferenza stampa la sfida con il Milan: le sue dichiarazioni. 


VIOLA - "Abbiamo parlato di quello che mi aspetto da lui, secondo le sue caratteristiche. Dobbiamo lavorare sui suoi difetti e fare tesoro dei suoi pregi. Domani non ci sarà, appena tornerà si metterà al servizio della squadra: capiremo cosa deve fare e come deve adattarsi alla squadra, ma ora è infortunato quindi vedremo tutto quando recupererà".

DOMINGUEZ - "Vediamo come va oggi in allenamento, ha un fastidio al soleo. Se non c'è lui, l'unica soluzione è avanzare Medel e mettere Binks in difesa".

ABISSO - "Gli arbitri sono tra le cose che non possiamo controllare. Mi aspettavo che ci chiamassero per dirci che è cambiata la regola e si possono fare i blocchi. Noi dobbiamo concentrarci sulle cose che dipendono da noi. Alle decisione degli arbitri ci dobbiamo adattare".

SCHOUTEN - "Ha fatto ieri il primo allenamento, quindi non è al massimo. Ci sarà, ma sappiamo che ha mezz'ora nelle gambe. Speriamo che nessuno si faccia male... La vita si vive con le difficoltà e noi purtroppo siamo abituati a questo da un po' di tempo. Il suo recupero è importante per noi perché ci garantisce una soluzione in più".
IBRAHIMOVIC - "Preferisco sempre che giochino i migliori. E mi dispiace che non ci siano né Theo Hernandez né Brahim Diaz. Poi c'è da dire che ho già tanti problemi con i miei che non posso preoccuparmi anche di quelli del Milan. Chi gioca gioca".

ARNAUTOVIC - "Si allena sempre, gioca, quindi di condizione è sicuramente migliorato, ma non è ancora al 100%. Ha una struttura grossa quindi è uno di quei giocatori che ci mete un po' di più a rimettersi in condizione".

DIJKS - "Si sta allenando bene e sta bene. Abbiamo tre partite ravvicinate quindi sicuramente giocherà. Dove abbiamo possibilità di cambiare, cambieremo".

MILAN - "Sono secondi in classifica e c'è da dire che spesso sono stati puniti degli episodi. Giocano bene, anche nell'ultima partita con il Verona hanno ribaltato il risultato e con Pioli stanno facendo molto bene. Sarà sicuramente una partita difficile, ma come lo è per tutte le squadre che affrontano i rossoneri. Noi giochiamo in casa e abbiamo dalla nostra il pubblico. Sono convinto che domani fare una grande partita. Dobbiamo fare ciò che abbiamo preparato e sfruttare al meglio le occasioni che avremo perché loro sicuramente faranno lo stesso".

KESSIE E REBIC OUT, QUANTO CAMBIA IL MILAN? - "Io cerco di lavorare su ciò che possiamo controllare noi, non sui fattori che dipendono dall'esterno. Preferisco sempre sfidare le squadre al completo, a me se giocano o non giocano cambia poco".