1039
L’ingaggio di Calhanoglu a costo zero è un grande colpo per l’Inter, che si è trovata improvvisamente in una situazione di assoluta difficoltà a causa del dramma vissuto da Eriksen. Superato lo choc per quell’evento, sollevati per lo scampato pericolo e per la salvezza di Christian, ai dirigenti nerazzurri si è presentato un problema tecnico di grande importanza, ancorché di valore irrilevante in confronto a quanto vissuto dal danese: visto che quasi sicuramente non potrà più giocare in Serie A, come fronteggiare la sua mancanza?

In un mercato normale, e in condizioni economiche stabili, l’Inter avrebbe potuto affrontare la questione con maggiore calma, cercando il sostituto migliore possibile per Eriksen più avanti, una volta accertato se il danese sia effettivamente fuori causa. Ma non stiamo vivendo un periodo storico normale e il club nerazzurro è in totale emergenza finanziaria, tanto che non può spendere alcunché sul mercato (almeno in questo momento). Perciò è stato pronto e abile a tuffarsi subito su Calhanoglu, il quale pretende sì un ingaggio importante, ma arriva gratis.

Eriksen è stato fondamentale per lo scudetto dell’Inter: non appena Conte lo ha collocato nel suo 3-5-2, la squadra ha assunto la fisionomia giusta e vincente che l’ha condotta al titolo. Quando Inzaghi ha deciso di mollare la Lazio per prendere il posto di Antonio, è partito proprio dalla certezza di un modulo che - sebbene declinato in modo un po’ differente - conosce alla perfezione. Eriksen, nelle idee del nuovo tecnico, sarebbe stato addirittura più importante rispetto a quanto non lo fosse per Conte, che alla fine lo aveva messo dentro più per mancanza di alternative affidabili che per reale convinzione. Inzaghi, invece, vedeva nel danese la replica del Luis Alberto laziale, la mezzala di grande qualità che si aggiunge alle punte, dà sostegno alla mediana, insomma fa la differenza.

Perso (quasi sicuramente e purtroppo) Eriksen, non esisteva per l’Inter una soluzione migliore di Calhanoglu per sostituirlo, confidando magari in un ritorno di Christian per il futuro. Il turco ha i piedi buoni, conosce la Serie A, è gratis. Qualcuno ha in mente un altro giocatore con tutte queste doti, incluso il costo?

@steagresti