Commenta per primo

Al Globe Soccer a Dubai, Fabio Capello lancia un'accusa contro le politiche di formazione dei club e il 'mercato dei vivai': "In Europa si rischia l'identità storica e culturale di un calcio che rappresenta molto, per questo è giusto lodare la Spagna e il suo conservato amore per la formazione".

"In Italia gli stranieri presenti nei settori giovanili sono il 40% - ha precisato il ct della nazionale inglese - in Inghilterra andiamo oltre, al punto che nella Premier la selezione possibile per la Nazionale è tra poco più del 30% dei calciatori presenti. Ho lavorato per sei anni nel settore giovanile del Milan e non accetto che dopo un simile impegno arrivi qualcuno a portarsi via il prodotto vincente. Ne ho parlato personalmente con Platini e lui la pensa come me. Vedrete che presto si farà qualcosa".