8
E' stato un addio tra le lacrime quello di Iker Casillas, che ha tenuto al "Santiago Bernabeu" l'ultima conferenza stampa da calciatore del Real Madrid in vista del suo passaggio al Porto. Sono stati molti i momenti in cui il capitano della nazionale spagnola è stato sopraffatto dall'emozione e ha scelto queste parole per congedarsi dopo 25 anni in blanco: "Grazie a tutti per accompagnarmi in questo momento speciale. Ho scelto questo stadio per salutare per salutare tutti quanti, in primis tutti madridisti. Da ieri non sono più un giocatore del Madrid. Vado al Porto per due motivi: in primo luogo, perchè il progetto del club portoghese mi ha emozionato e poi perchè ho avvertito il loro affetto nei miei confronti". Lo storico portiere del Real Madrid ha aggiunto: "Dopo 25 anni, questo è un giorno difficile. Mi sono sentito supportato e amato dal popolo madridista: questo club mi ha aiutato a crescere, ricordo tutti i compagni con i quali ho formato una famiglia. Lascio qui grandi amici. Voglio ricordare anche i miei allenatori: da Mezquita ad Ancelotti, da tutti ho appreso tutto. Un grazie va anche a tutto il personale, giorno dopo giorno abbiamo formato una parte del Real Madrid. Non li si vede, ma sono sempre lì. Grazie al madridismo per avermi aiutato, avermi teso la mano ed avermi aiutato ad alzarmi: spero solo che la gente si ricordi di me per essere una buona persona. Grazie, mille grazie".