Commenta per primo

La novita' della giornata e' la convocazione di Marchese. Il terzino di Delia, dopo quasi un mese, torna tra gli arruolabili. La sua storia recente in rossoazzurro parla di una sospettabile influenza che lo ha tenuto lontano dalla gara contro il Genoa, un litigio con l'allenatore prima della sfida con la Fiorentina, che lo ha portato ad abbandonare il ritiro e, infine, un periodo di allentamento dal gruppo.

Oggi, con la sua convocazione traspare un'apparente riappacificazione. Ma l'allenatore Rolando Maran appare cauto sul suo impiego: "e' tra i disponibili - dichiara - pero' ci sono anche altre situazioni da considerare. Alvarez e' una delle alternative, come lo e' Capuano. Mi riservo di decidere".

"Sarà una gara difficile, l'Atalanta è messa bene in campo. Abbiamo valutato tante cose, soprattutto in base agli ultimi loro arrivi. Dobbiamo essere più bravi del solito, perché loro mettono molto agonismo in campo e chiudono bene tutti gli spazi: non dobbiamo concedere nulla. Serve tanto coraggio. Mi aspetto sempre qualcosa in più dai miei giocatori. Dobbiamo sempre migliorare, non c'è un massimo. Abbiamo lavorato sul 4-3-3 e sul 4-2-3-1, da un po' lavoriamo su entrambe le tattiche. Non è il sistema di gioco, ma l'identità che la squadra ha in campo che determina la partita. L'equilibrio fa la differenza".