Commenta per primo

Sammarco mette la freccia e il Chievo raccoglie una vittoria preziosissima in chiave salvezza. Continua, invece, il 'momento no' del Palermo, che ancora una volta in trasferta non riesce a raccogliere nulla di buono. Meglio i veronesi fin dai primi minuti. La squadra di Di Carlo, pur sprecando qualcosa di troppo in ripartenza, ha legittimato la vittoria con una condotta di gara attenta e mai spregiudicata. Luciano apre le danze al 5', ma il suo diagonale finisce fuori di poco. Al 40' Bradley spara da fuori, ma Benussi mette in angolo. La partita si decide al 50', quando Luciano taglia dalla destra, la difesa rosanero si fa cogliere impreparata e Sammarco, in completa libertà, supera Benussi in uscita. La reazione rosanero é sterile. Nel finale Moscardelli sfiora di testa il raddoppio.

CHIEVO

Il centrocampista del Chievo, Paolo Sammarco: 'Personalmente sto vivendo un periodo davvero fantastico: sono diventato papà da appena una settimana ed ho già segnato due gol. Spero che mio figlio Niccolò non si abitui troppo bene. Tutta la squadra oggi ha dato il massimo ed ha disputato un'ottima gara. Io mi trovo bene nella posizione di esterno di centrocampo e sono contento che il mio gol abbia portato i tre punti. La vittoria di oggi è stata pesante perchè arrivata contro un avversario di grandissimo rilievo. La classifica ci sorride ma noi dobbiamo pensare solamente alla salvezza'.

PALERMO

Il difensore del Palermo, Matìas Silvestre: 'Purtroppo oggi abbiamo pagato per un episodio e il Chievo è stato bravo a sfruttarlo al meglio. Il campo era ai limiti della praticabilità ma noi non abbiamo mai mollato, cercando di rimettere in piedi la partita, e credo che avremmo meritato il pareggio. E' necessario comunque fare di più e lavorare di più; si è creata questa situazione e dobbiamo affrontarla. Adesso ci aspettano due partite in casa, due occasioni che non dobbiamo sbagliare'.