Commenta per primo
Il Verona sbanca il 'Comunale' e continua seguire il suo sogno europeo, al quale, al contrario, i bergamaschi mettono fine. Padroni di casa bravi a gestire la palla, ma poco concreti sotto rete; ospiti alquanto pericolosi sulle ripartenze e imperdonabili in fase offensiva. Fischio d'inizio e nerazzurri subito in avanti: Livaja vede Denis la cui girata sfiora per poco il legno; al 23' i gialloblù si mettono in mostra: Iturbe, sulla fascia destra, crossa in mezzo, Consigli respinge e Toni manca clamorosamente di gamba tesa. Al 37' Consigli è protagonista di una bella parata su Iturbe che, trovandosi solo col portiere, manca l'indirizzo finale. Nella ripresa l'evoluzione del match: al 54' gli orobici si fanno scansare in contropiede. Il pallone, dalla sinistra, viene chiamato da Donati il quale, dal limite, di petto, pone a terra e sigla l'1-0. Al 58' si mette in mostra Estigaribbia, che giunge sul fondo ma Rafel dice no respingendo in corner. Allo scoccare del 72' si registra il raddoppio dell'Hellas: Cigarini perde palla, la ruba Iturbe; costui chiama Toni, il quale, indisturbato prende il sopravvento sul numero uno bergamasco. Il goal della bandiera si verifica in prossimità del termine: Maxi Moralez sul calcio piazzato, Denis vince come può Rafael. La rincorsa degli undici di Mandorlini continua, 'adios' sogni di gloria per Colantuono e company.

ATALANTA

Il difensore dell'Atalanta, Cristiano Raimondi: 'Sì, con questa sconfitta possiamo dire addio al sogno europeo, ed è un peccato. Ci sarebbe piaciuto farlo proseguire ancora per qualche domenica ma il calcio è fatto di sorprese, belle o brutte che siano; oggi il calcio ci toglie un sogno ma non per questo il nostro impegno verrà meno, perchè ancora possiamo toglierci qualche soddisfazione come il record di punti in serie A. E' stata una partita equilibrata, messa in bilico da alcuni episodi, su tutti il primo goal di Donati che ci ha spiazzato; abbiamo cercato il pareggio, ma quando ti sbilanci rischi di prendere il secondo goal e così è stato. Il comportamento di Livaja? E' un ragazzo giovane, con il suo carattere e deve imparare ad auto controllarsi, così come è giusto che anche l'ambiente esterno lo aiuti a mantenersi moderato negli atteggiamenti'.
VERONA

Il centrocampista del Verona, Massimo Donati: 'Affrontare l'Atalanta è sempre una partita tost, oggi però tutta la squadra ha dato il massimo e credo l'abbia dimostrato nel migiore dei modi. Il mio ritorno a Bergamo? Di questo si parla costantemente tutte le estati ma son solo voci che alimentano le news dei giornali e dei mass media: i miei agenti portano a termine trattative concrete, l'Hellas mi ha cercato ed eccomi qui. Toni prima del match mi ha mostrato il mio primo goal in Atalanta-Brescia chiedendomi di segnare, e così è stato. Un giorno lottare con la Dea per l'Europa? Io sono legato a Bergamo, alla città e ai tifosi, però chiaramente è una domanda alla quale ora come ora non posso rispondere'.