La capolista nerazzurra recupera un gol di svantaggio, ma poi non riesce a far breccia nella ragnatela costruita da Esposito e non va oltre il pari. Il Pisa fatica in avvio e si rende pericoloso con un tiro da lontano di Buscè al 26' deviato in angolo da Layeni. Alla prima occasione passa il Prato: al 32' Napoli è bravo ad approfittare di uno svarione di Sabato. Al 45' Colombini si fa largo in area avversaria e viene messo giù. Favasuli si conferma implacabile dal dischetto e mette la palla sotto la traversa. Il pareggio in extremis carica il Pisa nell'avvio del secondo tempo: Buscé entra in area e serve Scappini che manca in scivolata la palla del raddoppio. Al 60' il Prato resta in dieci per un rosso diretto a Tiboni. Il Pisa ci prova ma non approfitta della superiorità numerica. Pane inserisce Perez e Gatto e chiude con un iper offensivo 4-2-4, ma il Prato non a caso è la miglior difesa del campionato e resiste senza patemi.

PISA

L'allenatore del Pisa, Alessandro Pane: 'Gara difficile , ma siamo stati bravi a recuperarla. Peccato per l'occasione di Scappini che avrebbe potuto aprirci le porte verso un'altra vittoria. Il Prato si è difeso bene e ci ha fatto gol nell'unica occasione. Nel finale ho provata a vincerla con le quattro punte ma non era facile trovare spazi nella loro area. Sono contento di quello che ha fatto fin qui la squadra e del fatto che i tifosi si stanno riavvicinando a noi. Contro il Benevento è un altro tipo di partita, ci pssono concedere maggiori spazi ma hanno anche grandi giocatori per poterci far male'.

PRATO

L'allenatore del Prato, Vincenzo Esposito: 'Credo che il pareggio sia il risultato più giusto. Il Pisa è un ottima squadra è l'abbiamo contenuta bene, senza pensare solamente a difenderci. Gli episodi arbitrali potevano cambiare il corso della gara, ma i ragazzi sono stati bravi a non perdere la testa. Alla fine il punto è buono e credo anche meritato. L'azione del rigore fischiato contro di noi non è stata chiara ma penso che il giocatore del Pisa non aspettasse altro di subire il fallo'.