Commenta per primo
La Roma perde 2-0 in casa contro la Sampdoria e viene contestata dai propri tifosi all'Olimpico. E' la prima sconfitta in casa in campionato, mentre i blucerchiati con questo successo rientrano in corsa per il secondo posto. Nel primo tempo i giallorossi segnano con Keita ma è in fuorigioco, poi vanno vicino al gol con Totti e Gervinho, entrambi fermati da un Viviano in giornata di grazia. Nella ripresa i blucerchiati prendono fiducia e passano in vantaggio al 60': Eto'o supera secco Iturbe e crossa basso per De Silvestri: l'ex laziale riesce a girarsi e a calciare in rete battendo De Sanctis. Al 78' in contropiede la squadra di Mihajlovic chiude la partita. Muriel brucia in velocità Yanga Mbiwa e colpisce il palo, nell'azione subentra Eder, palla ancora al colombiano e 2-0. All'81' Keita perde la testa e viene espulso. La Roma mantiene il secondo posto, ma ora ha soltanto una lunghezza di vantaggio sulla Lazio. La Sampdoria chiude il trenino delle pretendenti alla Champions con 45 punti.

ROMA

Il portiere della Roma, Morgan De Sanctis: "Abiamo fatto una grande partita nel primo tempo, putroppo abbiamo subito gol alla prima occasione. Peccato, avevamo creato tanto, andare in vantaggio sarebbe stato ottimo per l'andamento della gara. Dopo lo 0-1 ci voleva una situazione diversa per trovare la vittoria. Accetiamo con fatica il verdetto, ma ora più che mai servono risultati. Avremo possobilità di rifarci giovedì in Europa League contro la Fiorentina".

SAMPDORIA

L'attaccante della Roma, Luis Muriel: "Dopo aver vinto tre partite di seguito, crediamo al terzo posto. Dobbiamo continuare su questa strada. Non è mai facile vincere contro la Roma, è una buona squadra, siamo stati bravi a sbloccarla e chiuderla nel secondo tempo. Abbiamo fatto una grande partita. Sto ritrovando la mia forma, il mio gioco, mi sento sempre meglio, la delusione del Mondiale è passata".