Commenta per primo
Pozzo chiedeva una squadra più divertente e l'Udinese ha risposto sul campo andando a pareggiare un'ottima partita contro il Napoli di Rafael Benitez. Nella prima frazione le squadre sono lente e macchinose, la prima reale occasione arriva al 22' con Badu che entra in area ma viene chiuso in calcio d'angolo da Reina. Al 28' Insigne trovato in area da Hamsik, non trova il tap-in vincente. Botta e risposta da una parte e dall'altra e al 31' è Badu a mettere di poco a lato il buon traversone di Gabriel Silva. Al 38' arriva il gol del Napoli con Callejon, che colpisce di collo pieno il pallone ricevuto in area, dopo la spizzata di Zapata, e trafigge Scuffet. Allo scadere del primo tempo, Insigne ha la palla d'oro per chiudere la sfida, ma il pallone sfiora il palo e finisce fuori. Nella ripresa Udinese più arrembante e al 54' arriva la rete del pareggio con Bruno Fernandes, con Pinzi bravo ad approfittare dell'errore di Reina e a servire il compagno che di destro insacca. Al 72' bel pallone di Muriel per Badu, ma il giocatore ghanese spara alle stelle. Girandola di cambi, all'80 ancora Insigne pericoloso con una conclusione di potenza ma manca la precisione e il tiro finisce fuori. Al 90' viene espulso Fernandez per somma di gialli; nel recupero l'Udinese prova l'assalto che si concretizza nel tiro di Bruno Fernandes che finisce a lato. Il finale è 1-1, tutto sommato un risultato giusto, dopo un primo tempo ad appannaggio del Napoli e il secondo con maggior foga agonistica dell'Udinese.

UDINESE

Il centrocampista dell'Udinese, Bruno Fernanes: 'Il mio gol è stato importante, ma ancora più importante è che la squadra non ha mai smesso di provarci fino alla fine. Nel secondo tempo meglio, abbiamo gestito bene la palla e siamo stati bravi. L'approccio contro il Napoli non è stato diverso da quello contro la Juve, la differenza è che la Juve è la squadra migliore d'Italia. Nel secondo tempo abbiamo giocato molto meglio che nel primo, nell'azione del gol siamo stati bravi a pressare alti. La novità del tridente in attacco? Sia io che Muriel e Pereyra, siamo giovani e vogliamo fare una grande carriera. Il nostro obbiettivo è di giocare a livelli sempre più alti nel calcio, sia con la Nazionale che in un grande club e lottiamo ogni giorno per questo. Oggi ho giocato io, ma abbiamo molti giocatori che possono sostituirmi, dobbiamo essere bravi a complicare le scelte del mister'.
NAPOLI

L'attaccante del Napoli, Josè Callejon: 'Nel primo tempo abbiamo creato molte occasioni, se fossimo riusciti a segnare il secondo gol la sfida sarebbe finita li, ma questo è il calcio. Ho segnato e sono contento, è importante per me e per tutta la squadra, ma non voglio fermarmi qui ma segnare ancora, è uno stimolo fondamentale per un giocatore. Ci aspetta una finale di Coppa Italia difficile, ma adesso dobbiamo pensare solo all'Inter che è il prossimo avversario. Mondiali? È difficile per tutti entrare nella nazionale spagnola perchè ci sono moltissimi ottimi giocatori, ma vediamo. Il mio futuro è al Napoli, ho ancora un anno di contratto e sicuramente la prossima stagione giocherò qui'.