Commenta per primo

Il Varese di Sottili è altamente sconsigliato per tutti i deboli di cuore. Una vittoria in rimonta, ancora una volta nei minuti finali con la quinta firma stagionale di un sempre più imprescindibile Pavoletti. Ma il successo arriva dopo una partita molto tirata contro una non certo scoppiettante Ternana, che parte molto coperta e con pochi slanci in attacco. Ma i padroni di casa faticano a trovare il corridoio giusto verso la porta difesa da Brignoli. Sul finire del primo tempo arriva però la beffa, con il gol di Maiello al 45’, su dormita generale della difesa varesina. La ripresa vede una netta crescita di ritmo della truppa di Sottili, vero e proprio indemoniato a bordo campo che spinge la propria squadra a non smettere mai di attaccare fino a quando al 71’ arriva il gran gol di Pavoletti, abile nel controllare un lancio lungo da metà campo e scagliarlo dal limite dell’area alle spalle di Brignoli. Ed è lo stesso portiere della Ternana a sbagliare in pieno il tempo della parata sulla punizione all’86’ di Zecchin che regala i tre punti al Varese.

VARESE

L’allenatore del Varese, Stefano Sottili: ‘Oggi dal punto di vista dell’equilibrio, del raziocinio e del sapere cosa fare è stata la nostra miglior prestazione. Poi per giocar bene bisogna essere in due. Contro il Pescara è stata sicuramente più spettacolare per i capovolgimenti di fronte, oggi di parate di Bressan non ne ricordo. Le occasioni sono state solo del Varese e questo giustifica la vittoria. La sensazione è che negli ultimi venti minuti noi avessimo più gambe e condizione per raggiungere l’obiettivo del punteggio pieno. Troppo semplice fare gli elogi a Pavoletti e Zecchin, oggi bisogna farli a Fiammozzi, Calil e Forte che hanno fatto benissimo appena sono stati chiamati in causa, hanno avuto meno spazio ma non hanno tradito le aspettative. Non è mai semplice stare fuori e andare in tribuna e poi essere così incisivi’.

L’esterno del Varese, Gianpietro Zecchin: ‘Anche oggi abbiamo fatto una buona prestazione, come dite voi non per deboli di cuore. Nel secondo tempo abbiamo imposto il nostro gioco e loro non si sono visti, il pareggio sarebbe stato ingiusto perché noi abbiamo giocato di più per la vittoria. Il gol di Pavoletti è stata la svolta e ci ha dato quel pizzico in più per arrivare alla vittoria finale. La punizione è stata strana sì, non sempre va bene, ma le provo tutte e oggi è andata bene. Sottili è molto bravo a coinvolgere tutti, siamo in ventisette e tutti disponibili per cui sta facendo le scelte giuste senza dimenticare nessuno’.

TERNANA

Nessun tesserato della Ternana ha rilasciato dichiarazioni.