13

Intervistato da Sky Sport, il tecnico della Juventus Antonio Conte ha commentato la vittoria rimediata dalla Vecchia Signora nella trasferta di San Siro contro l'Inter di Stramaccioni: "Contro l'Inter abbiamo ottenuto un grande risultato, i nerazzurri possono battere chiunque. Siamo cresciuti sotto tutti i punti di vista, sono felice per la prestazione di tutti i ragazzi; abbiamo avuto una grande organizzazione, quest'oggi è stato messo un altro mattone per il traguardo finale. Mancano otto gare alla fine del campionato, non vogliamo mollare la presa perché alle nostre spalle ci sono squadre pronte ad approfittare di un nostro passo falso".

La trasferta di Monaco? "La Juventus vista oggi può fare bene anche in Germania, contro l'Inter è stata una gara difficile. Andiamo a Monaco con entusiasmo e serenità, andremo a cullare il nostro sogno; il Bayern è una squadra molto forte, ma per noi si tratta di una opportunità per capire se possiamo fermare i top club europei. In Italia siamo sulla strada giusta, in Europa vogliamo misurarci per provare a vincere la Champions".

Il futuro in panchina? "Dispiace vedere due prime pagine in cui c'erano le mie dichiarazioni su un eventuale futuro altrove. Non saranno due titoli a rovinare il mio rapporto con i tifosi della Juventus, non ho mai detto di voler andare all'Inter. La mia gente sa chi è Antonio Conte, il mio pensiero è quello di rispettare il professionista che un domani può eventualmente andare all'estero; ora sto bene alla Juve e c'è tanta stima con la dirigenza bianconera".

Se la Juve cerca un altro attaccante oltre Llorente? "Ora bisogna concentrarsi sul Bayern Monaco, nessuna squadra in Serie A ha fatto ruotare gli attaccanti come ho fatto io finora. Quagliarella, Matri, Giovinco e Vucinic hanno fatto bene fino a questo punto della stagione".