129
Sembra di essere in trincea. Un passo dopo l'altro, nessuno vuole sbagliare mezza mossa: l'operazione Angel Correa è finita su un filo sottilissimo che può far cambiare tutto in cinque minuti. Il suo agente, Agustin Jimenez, era atteso a Milano nelle scorse ore prima che ci fosse un nuovo programma studiato proprio con il Milan. Niente incontro diretto coi rossoneri bensì contatto telefonico: in quell'occasione è stato Paolo Maldini a spiegare che proprio perché l'accordo tra Correa e il Milan c'è da settimane, l'idea del club ad oggi è di non andare oltre i 40 milioni di euro più bonus. Scelta fatta anche alla luce delle cessioni che al momento non si sbloccano, dovesse cambiare qualcosa in questo senso poi chissà.


BLITZ A MADRID - Ecco perché l'agente di Angel è volato invece a Madrid nella serata di ieri pronto a confrontarsi tra oggi e domani con l'Atlético. Non c'è tempo da perdere, Correa e il suo entourage chiederanno alla dirigenza di essere liberati anche a un prezzo inferiore rispetto ai 50 milioni di base richiesti perché la volontà del ragazzo è andare al Milan. Attenzione: Angel non arriverà mai alla rottura, il rapporto all'Atlético è buonissimo col ds Berta che ha creduto in lui portandolo in Europa dopo un grave problema fisico quando era al San Lorenzo, mentre il Cholo Simeone continua a dirgli che lo terrebbe volentieri e tra i due c'è grande rispetto. Correa proverà però a insistere tramite il suo agente per ottenere il via libera con totale rispetto, il Milan aspetta la prossima mossa. Perché sa che l'Atlético per prendere Rodrigo dal Valencia deve numericamente vendere qualcuno, non è una questione di lucidità nelle scelte o di liquidità, anzi quella grazie alle strategie di Berta non manca, tutt'altro. Da Madrid filtra la linea dura: 50 milioni o Angel resta, al massimo si tratterà con altre società. Il Milan crede e spera sia questione di tempo. Chi vincerà in trincea? 

 Ascolta "Correa-Milan, l'agente cambia piano e Maldini avvisa sul prezzo: cosa succede" su Spreaker.