23
Il suo nome è accostato alla Juventus prima, all'Inter poi e non finisce qui. Perché Philippe Coutinho si propone spesso e volentieri per un ritorno in Italia: il brasiliano non ha scaldato il Bayern Monaco durante quest'anno di prestito, il suo riscatto è in bilico e vincolato anche allo stop improvviso della stagione dovuto al Coronavirus, ecco perché c'è la seria probabilità che torni al Barcellona dal prestito in Germania che non ha lasciato tracce indimenticabili. E così Philippe si guarda attorno per ripartire dove può avere davvero spazio e margine per incidere.


L'INTER VUOLE ALTRO - L'idea di un ritorno non accende particolarmente le fantasie dell'Inter. Il suo nome rimbalza dalla Spagna come opportunità nell'affare Lautaro, ma in realtà fino a questo momento al di là dei segnali diretti del giocatore, l'Inter non ne ha parlato col Barcellona perché cerca giocatori diversi rispetto a Coutinho. Si è già fatto un investimento con un jolly offensivo di qualità come Eriksen, ecco perché Antonio Conte in prima persona si aspetta giocatori con caratteristiche differenti rispetto al brasiliano che non è nella lista nerazzurra al momento. Può diventare un'occasione di mercato e gradirebbe l'Italia, questo è chiaro; ma l'Inter guarda altrove, per idea di gioco e anche per costi eccessivi di un giocatore che viene da stagioni non indelebili.