80
Juan Cuadrado sogna il rinnovo in bianconero. Ne ha parlato durante un'intervista a Dazn per il format 1vs1: "Sono molto tranquillo la società e il mio entourage ne stanno parlando. A me non cambia farlo adesso o fra un po'. Qui a Torino sto benissimo e la Juve è la mia famiglia".

VLAHOVIC - "Dusan è un giocatore importante. È molto forte e ci aiuta tanto a fare salire la squadra. È adatto alla Juventus, ha enormi margini di miglioramento e può dare grandi soddisfazioni ai tifosi bianconeri".

1VS1 - "Ho sempre affinato queste abilità, sin da quando ero in Colombia. Lì avevo un mister che insisteva tanto su questo aspetto. E ancora oggi cerco di perfezionarmi. So che è un qualcosa che può portare alla superiorità numerica, mi riesce bene, ma devo sempre migliorare".

FATTORE AL 90' - "È un'emozione bellissima aiutare la squadra in questi momenti e segnare il goal decisivo che ti fa vincere una partita nel finale, come è successo contro la Fiorentina. Contro la Fiorentina il mister mi ha chiamato, non vedevo l'ora: sentivo che potevo entrare e fare qualcosa. Mi capita ogni tanto di sentire che nel finale succederà qualcosa di positivo. Spero succeda ancora tante volte".
AKE' - "È bello e mi rende orgoglioso. Marley è un giocatore che mi piace perché ama puntare sempre l'uomo e penso che possa diventare un grande campione".

CUADRADO DANCE - "La Cuadrado dance? Viene dal sangue: noi sudamericani siamo così. Anche a casa mio figlio si diverte. Ma in squadra non tutti sanno ballare. McKennie sì, Morata è davvero scarso...".

AVVERSARI - "L'avversario più forte affrontato? Zuniga. È sempre stato tosto quando lo affrontavo al Napoli: era forte, veloce e mi conosceva bene. Era difficile da saltare".

ALLENATORE PIU' SEVERO - "Chi è? Penso Guidolin"