L'orologio si è fermato. La storia no. Va avanti e continua a scrivere, con mano ferma, pagine e pagine che fanno esultare qualcuno e piangere qualcun'altro. Come sabato, ad Amburgo, dove i tifosi hanno trasformato la loro tristezza in rabbia, con quel fumo nero che si è alzato sul cielo azzurro che copriva il Volksparkstadion, casa degli anseatici: la prima retrocessione della storia del club tedesco, nonostante la vittoria sul Monchengladbach. L'orologio si è fermato, la storia no: va avanti. E ti ridimensiona. Partendo dalla retrocessione dell'Amburgo, la Classifica di CM di questa settimana è dedicata alle 10 retrocessione storiche. 

LE STRANIERE - In Sudamerica, in Inghilterra, in Scozia, in Francia, tutto il mondo è paese, con la tristezza che accomuna chi ama il calcio, chi vive di calcio. Poi, è chiaro, la reazione è differente: c'è quella british, che applaude gli sconfitti; c'è quella brasiliana, fatta di pianti e drammi. E poi c'è quella di pancia, viscerale, di rabbia, che scuote il tuo animo passionale: sorprende che, a reagire così, siano stati i teutonici. River, Corinthians, Manchester United, Rangers, Marsiglia: tutti hanno fatto un passo indietro. 
LE ITALIANE - Juve e Milan, in maniera diversa. A tavolino e sul campo, retrocessioni che fanno parte, comunque, di una storia vincente, con squadre che sono riuscite a ripartire dopo le difficoltà. La Serie B come rincorsa per ripartire, a volte più forte. In bocca al lupo Amburgo, la storia continua a correre.

@AngeTaglieri88