114
La Juventus ha dimostrato negli ultimi anni di oculata gestione tecnico finanziaria che anche le squadre vincenti possono aver bisogno di cambiamenti. Ringiovanire, aggiungendo freschezza e qualità nei punti giusti. In questa sessione di mercato il reparto che subirà più modifiche è la difesa. L’addio di Buffon, Lichtsteiner già ufficialmente all’Arsenal, Asamoah di fatto un nuovo giocatore dell’Inter: questi i sicuri partenti, ai quali potrebbero ben presto aggiungersi Benatia e Rugani. In entrata invece arriverà Perin e torneranno alla base Spinazzola e Caldara dall’Atalanta. E poi?

ADDII - Rugani è uno dei primi nomi nella lista dei desideri di Maurizio Sarri, con ogni probabilità prossimo tecnico del Chelsea. Insieme già ad Empoli, potrebbero ricongiungersi ai Blues. Paratici ha incontrato pochi giorni fa Davide Torchia, l’agente del classe ’94. La situazione è chiara: se gli inglesi dovessero presentare un’offerta tra i 35 e i 40 milioni di euro la Juventus potrebbe lasciar andare Rugani, mai realmente protagonista in bianconero. Un altro possibile partente è Mehdi Benatia. Il centrale, attualmente impegnato al Mondiale, al termine della partita persa dal suo Marocco con il Portogallo non ha spento le voci: “Ho due anni di contratto, ma voglio capire cosa vuol fare la Juve. A 31 anni devi farti delle domande: faremo un punto con i dirigenti e vedremo”. L’ex Roma, dopo un finale di stagione a dir poco travagliato, ha offerte dalla Francia: piace, e molto, al Marsiglia di Rudi Garcia. I bianconeri non lo considerano incedibile: con 15-20 milioni può partire.
NOVITA' - Diversi (potenziali) addii, ai quali potrebbero corrispondere altrettanti benvenuti. Come detto, Perin, Caldara e Spinazzola sono ufficialmente dei nuovi innesti, Cancelo è sempre più vicino, ma non solo: Diego Godin è più di un’idea. Il capitano della Celeste, 32 anni, ha l’esperienza e il carisma che cercano a Torino. L’uruguaiano dell’Atletico Madrid, il cui contratto da 4,5 milioni all’anno è in scadenza nel 2019, ha una clausola rescissoria da 20 milioni di euro. La Juve ci sta pensando seriamente. L’altra pista porta a Matthijs de Ligt, centrale classe '99 dell’Ajax. Raiola, agente dell’olandese, è già stato a Vinovo per iniziare discorsi che potrebbero ben presto portare a una vera e propria trattativa. De Ligt, 18 anni, è già nel giro della nazionale maggiore ed è un perno dell’Ajax. Per lui i Lancieri chiedono tra i 40 e i 50 milioni. Cifra adeguata viste le potenzialità del giocatore, seguito anche da Tottenham e Barcellona. Godin o de Ligt? Non necessariamente. E’ infatti possibile, qualora dovessero andar via sia Rugani che Benatia, che la Juve, attingendo dai milioni incassati, provi a prenderli entrambi. Per completare quella che si prospetta come un’estate di rifondazione difensiva.