Commenta per primo
L'indiscrezione è stata messa in circolazione nel pomeriggio di lunedì dalla testata rumena Gazeta Sporturilor ( https://www.gsp.ro/fotbal/liga-1/impresar-andrea-pretti-octavian- popescu-660444.html ): un intermediario italiano era presente in tribuna a Bucarest nella gara dello scorso 3 aprile fra FCSB e CSU Craiova (0-2). La sua presenza è stata notata grazie a una fugace inquadratura televisiva, che faceva rilevare una figura sconosciuta accanto ai fratelli Ioan e Vitor Becali, storici feudatari del calciomercato rumeno. Poi si è resa necessaria una settimana per conoscere il nome e il cognome di quel soggetto. Si tratta di Andrea Pretti, intermediario italiano di lungo corso che negli anni ha dimostrato di avere ottime entrature nel mercato rumeno. E che secondo l'interpretazione data da Gazeta Sporturilor si trovava lì per osservare la prova di Octavian 'Tavi' Popescu ( https://www.transfermarkt.it/octavian-popescu/profil/spieler/797100 ), attaccante esterno classe 2002 del FCSB (l'ex Steaua Bucarest). Club il cui presidente e proprietario è George 'Gigi' Becali, cugino di Ioan e Victor.

OBIETTIVO - Interpellato dalla testata rumena, Victor Becali ha smentito che Pretti fosse in tribuna con la missione di osservare specificamente Tavi Popescu. Secondo l'agente rumeno, l'intermediario italiano era soltanto in missione di aggiornamento. Becali ha invece confermato che Pretti fosse accompagnato da uno scout del Torino. Indicazione tutt'altro che secondaria. Tornando a Pretti, si tratta di un agente che ha lavorato molto sul mercato rumeno. Gli viene infatti attribuito un ruolo nei trasferimenti in Italia di Chivu, Lobont, Contra e Mutu. Era quello un periodo in cui l'intermediario italiano aveva ottimi rapporti coi fratelli Becali. Successivamente però lo ha scalzato l'agente romano Pietro Chiodi, che è entrato nelle grazie dei Becali diventando uomo di loro massima fiducia. I rapporti fra Chiodi e i Becali sono andati avanti bene fino a che Ioan e Victor non hanno dovuto subire una pausa forzata causa problemi giudiziari. E a quel punto, secondo quanto sostenuto ripetutamente da Victor, Chiodi avrebbe provato a far migrare altrove i calciatori controllati dai due fratelli. Destinazione: Fali Ramadani, il super-agente macedone che proprio assieme a Chiodi è finito sotto inchiesta della procura di Milano (https://www.editorialedomani.it/fatti/calcio-fali-ramadani-ex-jugoslavia-tutti-gli-affari-del- super-agente-chiesa-pjanic-dk409jtb ).
UN PO' DI STORIA - Al di là delle acredini fra i fratelli rumeni e l'agente romano, l'effetto di tutto ciò è che Pretti è tornato a essere l'agente italiano di fiducia dei Becali. Tanto che di recente sarebbe intervenuto anche nei trasferimenti di Man e Mahaila al Parma e nell'ulteriore passaggio di Mihaila in prestito all'Atalanta. È stato in passato anche l'agente di Damiano Tommasi, che ha assistito nel trasferimento in Cina. Da quell'esperienza è nata la Tommasi Pretti Sport, che opera in territorio cinese. Pretti è stato anche agente del direttore sportivo laziale Ighli Tare. Le amicizie non gli mancano. Ma per quanto riguarda Tavi Popescu, l'indizio che porta al Torino pare il più fondato di tutti.
@Pippo Russo