3
Sogliano si', Sogliano no. Milan, Verona e le storie tese. Tanto che il punto interrogativo legato al nuovo ds rossonero (dopo l'addio di Braida) è ancora avvolto dal mistero. La prima scelta era (e sarebbe ancora) Sean Sogliano: profilo giovane, capace, di personalità. Il suo Hellas è la rivelazione del campionato, ma il corteggiamento del Milan non è condizionato da questi risultati a sorpresa. Galliani lo chiamò già l'anno scorso per proporgli la responsabilità dello scouting. E disse no. Poi lo contattò Barbara quando il regno di Galliani sembrava sul punto di finire. E lui avrebbe dovuto avere pieni poteri, insieme a Maldini. Infine, è tornato alla carica lo stesso Galliani dopo il divorzio anticipato con Braida, per affidargli la carica di ds. Senza però quella gestione totale a cui Sean il figlio d'arte (papà Ricky è stato un re del calciomercato) è abituato dai tempi di Varese. Infatti a Palermo se ne andò subito dopo le prime intromissioni di Zamparini. Adesso, il suo attuale presidente Setti è convinto che resterà ("siamo quasi fidanzati", ha detto ieri agli studenti di Parma), mentre Galliani vorrebbe fare un nuovo tentativo. E lui, Sean il duro, per valutare meglio, avrebbe chiesto proprio un incontro a tre con lo stesso Ad e l'uomo di fiducia di Barbara, il manager Antonio Marchesi. Proprio per capire gli eventuali margini di manovra nel suo incarico. Sogliano sì, Sogliano no. Al momento è no. Al Milan. Anche perché l'Hellas ha fretta di programmare. E fissare la data del nuovo matrimonio.

Gianluca Di Marzio (giornalista Sky Sport)

COMMENTA L'ALERT E FAI UNA DOMANDA! GIANLUCA DI MARZIO RISPONDERA' ALLE PIU' INTERESSANTI! #DIMARZIOALERT
Gianluca Di Marzio risponde alle domande dei lettori sul pezzo #DIMARZIO ALERT: 'Milan, Sogliano sì Sogliano no. Ecco la situazione'. 

Michaeljuve: "Gianluca, ti risulta Pogba già del PSG per 65 milioni?"
Gianluca Di Marzio risponde: "No. Nessuna trattativa è stata conclusa. Che io sappia, eh".