383
Il Milan continua a lavorare con fiducia per il rinnovo di Gianluigi Donnarumma. Nonostante la trattativa stenti a decollare, la priorità del portiere campano va al club rossonero. La società di via Aldo Rossi è convinta che l'ultima offerta presentata (7 milioni + 1 di bonus) sia assolutamente consona al valore del giocatore, uno sforzo importante in un periodo complicato per via del Covid-19. 


LA POSIZIONE DEL GIOCATORE - Il talento classe 99' e il suo entourage aspettano di capire se il Milan è disposto a rilanciare e migliorare l'ultima offerta presentata, magari una volta centrata la matematica qualificazione per la Champions 2021/22. La richiesta resta sempre quella di 10 milioni più 1/2 di bonus legati ad obiettivi personali e di squadra. Gianluigi Donnarumma vuole giocare la Champions League stabilmente nei prossimi anni ed è questa la motivazione che viene data sul discorso relativo alla pretesa di un contratto più corto rispetto al quinquennale messo sul piatto dal  Milan. 

PICCOLA APERTURA DEL MILAN - Secondo quanto constatato da calciomercato.com, il Milan starebbe iniziando a valutare seriamente la possibilità di trovare un accordo su base biennale. La logica speranza di Paolo Maldini e Frederic Massara è che alla fine il portiere accetti la proposta e rinnovi, ma non per un solo anno come era stato invece proposto dal suo agente Mino Raiola.  Un contratto di due anni potrebbe essere il giusto compromesso ed è questa lo scenario che si sta profilando nelle ultime ore.