72
Douglas Costa scalpita per tornare in campo e lo ha ufficializzato con un post sul proprio seguitissimo profilo instagram postando una foto insieme a Dybala e commentando: "Sono tornato". L'attaccante esterno brasiliano era uno dei punti di forza della Juventus di Maurizio Sarri ad inizio e ora, con il suo rientro, l'allenatore toscano sarà costretto a cambiare, nuovamente il suo scacchiere tattico.

RITORNA IL 4-3-3/4-4-2 - Sarri aveva fatto scelte precise ad inizio anno, quando Douglas Costa era in piena forma e, anzi, era l'arma più decisiva dei bianconeri. Il brasiliano giocava largo a destra in un 4-4-2 mascherato da 4-3-3 con Matuidi che si trasformava da mezzala in esterno in fase di possesso. Con l'infortunio e il recupero di Ramsey Sarri ha immediatamente trasformato il 4-3-3 in 4-3-1-2 con l'inserimento di un trequartista puro.

 I DUBBI TATTICI - E ora? Il rientro di Douglas Costa insieme al contemporaneo stop di Ramsey farà tornare Sarri gradualmente su i suoi passi animando però un nuovo dibattito. Chi affiancherà Ronaldo in attacco? Sì perché ad inizio stagione Dybala era rimasto quasi solo a guardare (solo 14 minuti in contemporanea). Inoltre il modulo col 4-3-3 metteva Cristiano Ronaldo al centro dell'attacco, con Gonzalo Higuain libero di girargli accanto, e con il portoghese più nel vivo dell'azione rispetto alla variante col trequartista. E con un Ramsey al 100% come varierà, nuovamente modulo Sarri? La certezza è per ora una sola: se sta bene, un posto per Douglas Costa nell'11 titolare di Sarri ci sarà sempre.