12
Finalmente leader. Duvan Zapata si è preso la Sampdoria, una macchina da gol e il posto da titolare intoccabile anche dopo giorni di fatica con la sua nazionale: quei 23 milioni di euro investiti da Ferrero per regalare a Giampaolo il suo centravanti adesso fruttano, anche più di quanto si auspicasse. Duvan vive un vero e proprio momento d'oro, protagonista con la Samp che decolla grazie alla coppia con Quagliarella, sperando in un posto in Europa che renderebbe la stagione storica. Non solo: si è riscoperto leader anche con la sua Colombia, dopo troppi anni appannato durante il periodo di Udine.

INCROCIO CON BERARDI - Eppure, oggi Zapata avrebbe potuto essere... al Sassuolo. Praticamente a un passo il suo trasferimento durante l'ultima settimana di mercato, accordo raggiunto tra società e ok del giocatore in bilico fino alla fine. Duvan ci ha pensato a lungo, il Sassuolo lo ha tentato dopo averlo corteggiato già ai tempi dell'Estudiantes, quando Zapata poi aspettò il Napoli. Proprio quel Napoli che lo ha venduto in estate alla Samp... ma avrebbe preferito darlo al Sassuolo: stesso incasso, ma un'opzione per acquistare Domenico Berardi per la prossima estate. Pallino di Giuntoli, lo avrebbe prenotato volentieri non fosse che Duvan ha preferito Genova. Ha avuto ragione lui, protagonista di una Samp che punta fortissimo su di lui senza paura di un investimento economico tra i più dispendiosi di sempre per la società. Questo Zapata vale, eccome.